Saab 9-3 Cabrio 2.0 Vector : Test Drive

Intelligentemente automatica Il cambio automatico di ultima generazione, denominato “smart”, prevede cinque marce automatiche o con selezione manuale Saab Sentronic, con l’interessante opzione dei comandi al volante. E’ veloce e reattivo nell’eseguire gli ordini del nostro piede destro, e talmente “furbo” da non richiedere più l’opinione umana sulle condizioni del terreno: le classiche impostazioni manuali […]

Saab 9-3 Cabrio 2.0 Vector : Test Drive. La Saab sta rischiando grosso con la 9.3 Cabrio, a cui la filiale italiana dedica un porte aperte per festeggiare la primavera ed una campagna pubblicitaria spropositata per le dimensioni di Saab Italia. Il distributore italiano ha infatti dichiarato di aver investito per il lancio della sua scoperta ben 3 milioni di euro che si possono tradurre in 882 9.3 cabrio 1.8t Linear, e se pensiamo che a febbraio sono state vendute 314 unità (tutti i modelli) si può ben capire la grossa scommessa fatta su questa vettura.
Senza speranza contro BMW Serie 3 ed Audi A4 Cabrio allo stesso prezzo ! Una scoperta che abbiamo avuto modo di testare e che abbiamo apprezzato per qualità pur trovandola in grave difficoltà sul versante “immagine” con un prezzo “suicida”: la 1.8t Vector, ad esempio, costa 37.451 euro che, a conti fatti, è una cifra ben superiore rispetto alle pari accessoriate BMW Serie 318 Cabrio ed Audi A4 Cabrio…
Se la bavarese perde con la svedese per 7 cavalli, la quattro anelli ne rifila 13 alla “povera” nordica che precipita nel valore dell’usato contro queste due autentiche best seller che fanno innamorare europei ed americani. Saab conveniente solo rispetto alla Mercedes CLK Cabrio offerta da 45.331 euro, ma la differenza si triplica a favore della Stella a tre punte quando vi stuferete di loro.
“L’ultimo oggetto del desiderio”… Neppure lo slogan scelto dai marketing manager della Saab ci sembra particolarmente brillante: “L’ultimo oggetto del desiderio”.
Forse un po’ più di umiltà avrebbe fatto bene pensando alla realtà dei numeri: BMW batte Saab 4.140 a 341 (sempre vendite a febbraio), Audi l’umilia con 5.160 e Mercedes a 5.650, tanto che un concessionario della Stella vende quanto tutti i saloni della marca svedese con un prezzo medio che “l’ultimo oggetto del desiderio” si sogna.
Non si può certo dire che sia brutta (anzi, con un colore vivace come il nostro giallo è davvero seducente), pur avendo alcune linee fin troppo decise con un posteriore che sicuramente affascina più gli americani che i latini.
Su strada con la 9-3 cabrio 2.0t Vector Saab vuole essere un punto di riferimento e gli ingegneri della Casa svedese, dopo attenti studi basati sulla notevole dose di know how derivante dai modelli precedenti, sono riusciti a conferire alla 9-3 Cabrio valori di rigidità strutturale pressoché identici a quelli della versione “chiusa” Sport Sedan.
Ed al volante, pochi chilometri dopo la partenza, arriva la conferma: l’obiettivo sembra essere proprio centrato perché la Cabriolet made in Saab mette a disposizione grinta da vendere ed un livello di sicurezza attiva davvero elevato.
Cuore caldo… Nonostante le rigide temperature che hanno caratterizzato la stragrande maggioranza delle giornate di test, la “svedesona” 2.0t messaci a disposizione da Saab ha dimostrato non solo di avere un cuore molto generoso, ma anche di saper divertire, passando senza batter ciglio da elegante vettura da passeggio a focosa supersportiva.
I 175CV del due litri turbo, quattro cilindri, sono davvero ben “spalmati” lungo tutto il regime d’utilizzo tanto che, in economy drive, è possibile marciare in 5a marcia ad appena 1600 giri, con solo un filo di gas e senza particolari vibrazioni o controindicazioni.
Basta poco però, appena un paio di cm in più d’acceleratore, però, per ritrovarsi letteralmente incollati al sedile, con il controllo della trazione a far gli straordinari per tenere a bada tutta la cavalleria, inesorabilmente pronta a “levare il fiato” ai vostri compagni di viaggio…non sempre abituati a certe accelerazioni…
In generale, il “quattro” Saab, due litri, è molto regolare, fluido e totalmente privo di fastidiose ruvidità, anche quando si va a staccare improvvisamente il piede dall’acceleratore o viceversa. Grazie al sistema Trionic, infatti, i motori della 9-3 sono in grado di “leggere” ed anticipare qualsiasi situazione di guida, mettendo a confronto parametri come velocità di guida, giri motore e marcia inserita.
I consumi non sono certamente il pezzo forte di questo propulsore. Ad onor del vero, la potenza del due litri turbo è piuttosto elevata, la 9-3 Cabrio non pesa certo come una utilitaria ed il cambio automatico non bada troppo ai consumi, per cui è normale che nella guida di tutti i giorni si sfiori il muro dei 9 km con un litro di verde. Spingendo sull’acceleratore, ovviamente, i consumi aumentano parecchio mentre scorrazzando in economy drive, si può arrivare anche a 13 km con un litro di benzina.

Intelligentemente automatica Il cambio automatico di ultima generazione, denominato “smart”, prevede cinque marce automatiche o con selezione manuale Saab Sentronic, con l’interessante opzione dei comandi al volante. E’ veloce e reattivo nell’eseguire gli ordini del nostro piede destro, e talmente “furbo” da non richiedere più l’opinione umana sulle condizioni del terreno: le classiche impostazioni manuali “sport” o “inverno” non sono più necessarie, perché questa trasmissione si adatta sia al pilota sia alle condizioni della strada.
Rigida stabilità La tenuta di strada è decisamente buona, così come la stabilità, sicuramente un riferimento per la sua categoria: il comportamento dinamico della 9-3 Cabrio, è sostanzialmente paragonabile a quella della versione sedan. Rilasciando l’acceleratore di colpo o, peggio ancora, frenando violentemente in appoggio, infatti, la 9-3 Cabrio rimane decisamente controllabile, anche senza necessitare del magico aiuto del controllo elettronico della stabilità, offerto comunque di serie.
Solo nei curvoni autostradali, affrontati con “decisione”, qualche lievissimo ondeggiamento viene avvertito dai piloti più sensibili, ma sono fenomeni talmente limitati da passare, senza dubbio, in secondo piano.
Spaziosa e luminosa Lo spazio a bordo è notevole: 4 adulti trovano comodamente posto sulle rispettive poltroncine sagomate e non è una cosa certamente impensabile il fatto di affrontare un lungo viaggio in compagnia. Nonostante la capote di tela, si viaggia a velocità sostenuta gustandosi il sound dell’ottimo impianto stereo di serie o, più semplicemente, chiacchierando senza alzare più del solito il tono di voce.
Certo, il bagagliaio, complice lo spazio dedicato alla capote a scomparsa, non ha la stessa volumetria della sorella sedan, per cui i bagagli dei tre passeggeri che verranno in vacanza con voi…non dovranno essere troppo voluminosi.
A causa del rivestimento del tetto, generalmente di colore nero, l’immagine interna di una cabrio risulta essere quasi sempre cupa. Saab risolve il problema proponendo per prima sul mercato una capote interna di una tinta tenue. Il rivestimento del tetto, l’intelaiatura e i pannelli laterali sono infatti di colore beige o grigio chiaro, a seconda della tonalità degli interni ed offrono, effettivamente, una luminosità notevole.
Alta qualità Per gli interni sono stati utilizzati materiali di alta qualità e uno standard particolarmente elevato di accessori e rifiniture. Le plastiche sono di qualità assolutamente eccellente, ed il design della plancia, nonostante richiami in modo meno evidente il mondo aeronautico, risulta molto piacevole ed originale.
Come nella Sport Sedan il quadro strumenti è disposto ad arco attorno al pilota. In linea con la tradizione Saab, gli strumenti sono raggruppati secondo logica: quelli usati più di frequente sono di più facile accesso e più vicini al naturale campo visivo.
Sulla 9-3 è possibile trovare anche la funzione Night Panel, che di notte permette di disattivare l’illuminazione delle principali strumentazioni, a eccezione del contachilometri. Quest’opzione elimina eventuali disturbi al campo visivo assicurando un ambiente di guida più sicuro e rilassante.
Il SID (Saab Information Display), è situato all’interno di una colonnina nella parte alta della plancia vicino alla base del parabrezza. Per motivi di sicurezza questo sistema è il più vicino possibile al campo visivo naturale del guidatore, così da permettere una visione chiara e immediata di tutte le informazioni (compresi i dati di navigazione), evitando quei movimenti del capo che comprometterebbero la visibilità.
Peccato per il prezzo e l’immagine A fronte di oggettive qualità , la Saab affoga di fronte al confronto finale con le blasonate rivali germaniche che hanno gioco facile a “demolirla” poiché, sinceramente, a parità di prezzo si deve davvero avere un forte super ego per dire “non me ne frega niente di quello che mi dice la moglie, l’amico ed i colleghi di lavoro !”

7 Foto

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/saab-9-3-cabrio-20-vector-test-drive_4637/

Vuoi tenerti aggiornato su Saab 9-3?


Ti stai iscrivendo alla Newsletter di:

OK Ho letto ed accetto l'informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Continua
Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis