seat – tango

Concept car di gran temperamento che spera di sedurre Francoforte per entrare presto in produzione e scaricare a terra i 180 CV del suo 1800 che le permettono di raggiungere i 235 km/h e scattare da 0 a 100 in 7 secondi.

Seat Tango. Concept car di gran temperamento che spera di sedurre Francoforte per entrare presto in produzione e scaricare a terra i 180 CV del suo 1800 che le permettono di raggiungere i 235 km/h e scattare da 0 a 100 in 7 secondi. Due posti secchi, di impostazione decisamente corsaiola, la Tango ha l’obiettivo di rilanciare l’immagine sportiva della marca spagnola controllata dal Gruppo VW. Missione felicemente raggiunta e bisogna ora sperare che questa concept lunga 3,68 metri, larga 1,71 ed alta 1,18 possa scalpitare sulle strade e non solo sui saloni o in circuiti, segnalando che il progetto è frutto del Centro Tecnico Seat. altre foto La concept car Tango è stata concepita come un’autentica spider estroversa, minimalista, essenziale in ogni dettaglio. La caratterizzano soluzioni espressive e innovatrici basate su una struttura nella quale il telaio, la carrozzeria, l’abitacolo, il motore e gli elementi strutturali formano un tutt’uno. L’abitacolo si fonde con il corpo della carrozzeria intrecciando forme, materiali, tessuti e colori in un insieme dove contenitore e contenuto sono la stessa cosa. In questa seducente roadster gli elementi tubolari di alluminio si intravvedono nel cockpit, mentre i rivestimenti in pelle ricoprono il vano bagagli dietro i sedili. Le soluzioni innovative dell’impianto di illuminazione confermano la capacità tecnologica Seat, evidenziando che i fari anteriori non presentano involucro interno, mentre gli abbaglianti e anabbaglianti si orientano automaticamente con il movimento del volante. I fendinebbia sono costituiti da una serie di led montati sulla modanatura centrale delle prese d’aria anteriori, mentre le luci posteriori sono dotate di filtri illuminati da fibre ottiche che permettono di creare molteplici combinazioni. Il cambio è a sei marce (soluzione assai cara al Gruppo VW), le sospensioni anteriori sono McPherson mentre l’asse posteriore si caratterizza per essere autosterzante assicurando maneggevolezza e grande stabilità. Una vera sportiva con cui farsi godersi la guida open air.

ARTICOLI CORRELATI