USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Speciale: 147 vs Serie 1

Interni: spartana la BMW, accogliente l’Alfa Se la somiglianza di qualche tratto esterno può far storcere il naso ai più attenti, una volta accomodati all’interno dei rispettivi abitacoli la prima sensazione che si percepisce è diametralmente opposta. L’Alfa Romeo sfoggia forme ed abbinamenti cromatici che fanno inequivocabilmente parte del DNA del Biscione: è il caso, […]

Interni: spartana la BMW, accogliente l’Alfa Se la somiglianza di qualche tratto esterno può far storcere il naso ai più attenti, una volta accomodati all’interno dei rispettivi abitacoli la prima sensazione che si percepisce è diametralmente opposta. L’Alfa Romeo sfoggia forme ed abbinamenti cromatici che fanno inequivocabilmente parte del DNA del Biscione: è il caso, ad esempio, della strumentazione ad elementi circolari o della elegante consolle centrale dal profilo estremamente morbido e sinuoso.
Con l’introduzione del restyling, 147 ha tratto beneficio anche in tema di rivestimenti e relative scelte cromatiche; via libera a nuovi colori per la plancia – grigio su grigio e blu su grigio – che vanno ad aggiungersi ai classici nero su nero, nero su grigio, nero su beige, anch’essi però rinnovati grazie all’introduzione di un goffrato più raffinato.
Anche i sedili sono stati oggetto di particolari attenzioni che si sono concretizzate in una nuova sellatura a “cannelloni” dei sedili e dei pannelli porta, senza dimenticare un inedito design dei poggiatesta posteriori che sono stati ribassati per consentire maggiore visibilità.
BMW risponde con uno stile decisamente più formale ed una possibilità di scelta cromatica sì ampia ma tendenzialmente improntata su colori freddi. I materiali utilizzati per i rivestimenti sono, come da standard BMW, di elevata qualità ed anche in tema di studio ergonomico è evidente lo sforzo che i tecnici bavaresi hanno compiuto per fare in modo che tutto sia a portata di mano.
E non parliamo solamente dell’accesso alla vettura key-less o del pulsante d’avviamento posto sulla plancia – sportivo sì, ma fondamentalmente inutile – ma anche del sistema opzionale i-Drive…che consente di “pilotare” climatizzatore, navigatore satellitare, radio e molti altri parametri di funzionamento della vettura utilizzando come interfaccia utente un’unica rotellina ed un tasto menù…
L’abitacolo della BMW, dunque, è dedicato agli amanti della “tecnologia a tutti i costi” mentre quello dell’Alfa Romeo è più classico e vicino ai gusti di una clientela dal…cuore sportivo: ma la vera differenza non sta solamente nella tipologia di arredamento ma anche e, soprattutto, nello spazio disponibile per pilota e passegger. Il tunnel centrale della Serie 1, infatti, è piuttosto invadente ed i piloti over 1.80 faticano un po’ più del solito per trovare una corretta posizione di guida.
Per chi siede dietro la sorte non è certamente diversa: la distanza tra cappelliera e sedile, infatti, sulla BMW è degna di una coupè…mentre l’Alfa è decisamente più generosa.
Per quanto concerne infine la capacità di carico, la147 è in grado di ospitare da 292/1042 litri di bagagli contro i 330/1100 della 2 volumi bavarese.

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Da 169 € al mese TAN 5,99% TAEG 7,44%.
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Da 169 € al mese TAN 5,99% TAEG 7,44%.
TUTTO SU BMW Serie 1
Articoli più letti
RUOTE IN RETE