USATA
cerca auto nuove
NUOVA

speciale Codice della strada 2004

Il cellulare vale 5 punti!

Poche settimane dopo l’introduzione del nuovo CdS, arrivano già le prime modifiche. Nulla di veramente sostanziale, ma un’ottimo lavoro di rifinitura per correggere alcuni aspetti oscuri e rendere più limpido il nuovo sistema di leggi che, ma forse è presto per dirlo, sembra funzionare decisamente bene.
La patente vale ancora 20 punti ma… Dopo anni di chiacchere e discussioni infinite, anche la patente a punti è diventata una realtà con la quale fare i conti…matematici.
Tutti gli automobilisti italiani hanno a disposizione venti punti, da custodire gelosamente, perché ogni sgarro al Codice della Strada può far precipitare il “montepremi” virtuale, più o meno velocemente, in base alle infrazioni commesse. Le novità recentemente introdotte però prevedono un interessantissimo bonus di due punti per ogni due anni passati senza commettere infrazioni, fino ad una soglia di 10 punti. E’ possibile cumulare, quindi, fino a 30 punti. Ci sono grosse novità anche per chi commette più infrazioni nella stessa giornata, visto che il massimo di punti cumulabile è pari ad un massimo di 15.

Cambia anche il peso di alcune infrazioni. Per chi passerà con il rosso o non rispetterà gli stop, i punti da sottrarre diventano sei e non più cinque. Discorso analogo anche per chi posteggia nelle aree riservate alle persone disabili, in quelle previste per la fermata degli autobus o nelle corsie preferenziali, visto che la decurtazione si inasprisce di ben due punti. La sanzione per chi viene “pizzicato” dalle Forze dell’Ordine a più di 40km/h oltre i limiti di velocità, rimane di 10 punti, ai quali si va ad aggiungere una sostanziosa contravvenzione oltre alla sospensione della patente da 1 a 3 mesi.
“Interessanti” anche le revisioni da 3 a 5 punti riservate a chi viene sorpreso nel bel mezzo di una conversazione al cellulare senza l’utilizzo di un sistema vivavoce o senza casco alla guida di un motociclo… Per chi subisse importanti decurtazioni di punti, sarà possibile recuperarne 6, 9 nel caso di chi la patente la usa per lavoro, tramite dei corsi di recupero da 12 e 18 ore, da effettuare presso scuole guida, Province, Fondazioni o Associazioni, a patto che quest’ultime abbiano almeno 10 anni di esperienza in tema di sicurezza stradale.
Non sarà possibile frequentare due corsi di seguito, perchè ad una comunicazione da parte delle autorità di sottrazione di punti corrisponde il diritto di accedere ad un solo corso.
Per chi volesse fare due conti, mettiamo a disposizione la tabella sottostante, ricordando che per chi avesse la patente da meno di 3 anni i punti per ogni infrazione vengono automaticamente raddoppiati.
1 punto – Mancanza o irregolarità dei documenti, quali assicurazione o libretto di circolazione – Trasporto irregolare di cose su veicoli e rimorchi
2 punti – Eccesso di velocità, se inferiore ai 40km/h di differenza rispetto al limite – Sorpassare a destra – Cambi di corsia irregolari, svolte non segnalate o uso improprio degli indicatori di direzione – Inosservanza della segnaletica stradale – Mancata esposizione del triangolo nel caso di pericolo – Intralcio della circolazione pubblica nel di incidente – Violazione del divieto di sosta in aree privilegiate persone disabili, fermate autobus, corsie preferenziali – Violazione dell’obbligo di sgombero della carreggiata da eventuali ingombri causati dal proprio veicolo

3 punti – Mancato accertamento delle condizioni per effettuare il sorpasso – Uso immotivato dei fari abbaglianti – Non rispettare la distanza di sicurezza – Non utilizzare i fari se obbligatori

4 punti – Occupazione della corsia centrale o di sorpasso nel caso di corsia libera a destra – Omissione di soccorso nel caso di danni alle sole cose (auto o segnaletica stradale) – Non fermarsi ai posti di blocco delle forze dell’ordine – Trasporto di carichi pericolanti
5 punti – Sorpassi pericolosi o in presenza di linee continue – Velocità pericolosa – Mancato uso delle cinture di sicurezza – Mancato uso dei seggiolini di sicurezza per bambini o il trasporto di animali senza le apposite protezioni – Sorpasso a destra di tram e filobus in prossimità di una fermata – Mancato rispetto della precedenza – Se si è causa un incidente per il mancato rispetto della distanza di sicurezza – Guida senza casco o cinture di sicurezza – Mancato uso di occhiali o lenti a contatto – Uso del telefonino senza auricolare o viva voce durante la guida – Mancata precedenza a pedoni e disabili
6 punti – Mancata osservanza del segnale di stop – Mancato stop ai passaggi a livello
8 punti – Mancato rispetto della distanza di sicurezza che abbia causato un incidente con feriti – Comportamento pericoloso nelle strettoie che abbia causato danni a cose o persone – Inversione di marcia in curva in curva cieca
10 punti – Superare i limiti di velocità di oltre 40km/h – Guidare sotto l’effetto di stupefacenti ed in stato d’ebrezza – Circolare contromano – Percorrere le corsie d’emergenza – Partecipare a gare di velocità indette di comune accordo – Inversione di marcia su strade principali, extraurbane ed autostrade – Omissione di soccorso – Retromarcia in autostrada – Obblighi verso funzionari, ufficiali ed agenti (ove il fatto costituisca reato)

Limite fisso a 130km/h Via libera al limite di 150km/h in autostrada, ma per l’attuazione serve l’ok delle società che hanno in gestione la rete autostradale. La tendenza, almeno fino ad oggi, è quella di far rimanere le cose così come stanno, ovvero limiti fissi a 130km/h. Sono attive e confermate, invece, le nuove limitazioni in caso di pioggia: 110km/h in autostrada e 90km/h lungo i tratti extraurbani.
Nuove sanzioni, finalmente, anche per coloro che nelle autostrade a tre corsie amano viaggiare nella corsia di centro, quando la corsia di destra risulti completamente libera.
Casco e cinture ben allacciate A chi proprio non ne vuole sapere di allacciare la cintura, segnaliamo che alla seconda constatazione di infrazione in due anni, la patente verrà sospesa da un minimo di 15gg ad un massimo di due mesi. Stessi provvedimenti per chi viaggia su ciclomotori e motocicli senza casco, che diventa obbligatorio anche per i quadricicli non dotati di carrozzeria chiusa.
Fari accesi anche di giorno Dopo la recente introduzione della normativa che obbliga l’uso dei fari lungo tutta la rete autostradale, da oggi quest’obbligo viene esteso anche alle strade extraurbane, lasciando la libertà di scelta al guidatore nei centri urbani.

Occhio ai turni Per i camionisti e gli autisti di pullman che non dovessero rispettare i turni di riposo, obbligatori per legge, è previsto il raddoppio delle sanzioni che può sfociare anche nel ritiro della patente con la conseguente obbligatorietà di ripetere l’esame di guida. Stesso provvedimento per chi viene sorpreso alla guida in stato d’ebbrezza. Per i mezzi considerati pesanti, ovvero quelli superiori a 3,5 tonnellate a pieno carico, sono previsti nuovi indici di visibilità, che potranno essere raggiunti mediante l’utilizzo di strisce laterali e posteriori catarifrangenti.
Patentino per i cinquantini Ultima ma non meno importante ed al centro di molte polemiche, anche l’introduzione del “certificato di idoneità alla guida di ciclomotori”, che i ragazzi compresi tra i 14 ed i 18 anni dovranno esibire alle forze dell’ordine a partire dal 1° di luglio 2004.
Non sarà possibile ottenere il patentino da privatista. Per i minorenni e maggiorenni che frequentano un istituto scolastico statale i corsi saranno gratuiti ed organizzati dalle scuole stesse, con un costo massimo di 30 euro circa per le pratiche di rilascio del certificato da parte del Dtt. In tutti gli altri casi, bisognerà iscriversi presso le autoscuole aggiungendo al costo delle pratiche quello dell’insegnamento.
Scuole ed autoscuole prevedono due programmi differenti, sia nel tipo di istruzione sia nella quantità di ore da frequentare, visto che nei corsi scolastici sono previste anche 8 ore di “educazione alla legalità”. Non ci sarà possibilità di fare troppo i “furbi”, perchè con più di 3 ore di assenza sarà obbligatorio ripetere il corso. L’esame sarà scritto e basato su 10 domande con tre risposte: come per la patente “normale” saranno consentiti solo 4 errori.
 

TAGS:

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Da 169 € al mese TAN 5,99% TAEG 7,44%.
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

Sponsor

Volkswagen T-Cross
Volkswagen T-Cross
OFFERTA Da 169 € al mese TAN 5,99% TAEG 7,44%.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE