Subaru new Legacy S.W. : Test Drive

Nuovi cambi Con lo scopo di ridurre il consumo di carburante, sono state studiate due nuove trasmissioni, una di tipo manuale, l’altra di tipo automatico. Quest’ultimo, a controllo elettronico diretto a 4 rapporti, offre grande fluidità nei cambi di marcia ed accelerazioni molto uniformi, grazie a nuove e specifiche mappature riguardanti la frequenza di cambiata […]

Nuovi cambi Con lo scopo di ridurre il consumo di carburante, sono state studiate due nuove trasmissioni, una di tipo manuale, l’altra di tipo automatico. Quest’ultimo, a controllo elettronico diretto a 4 rapporti, offre grande fluidità nei cambi di marcia ed accelerazioni molto uniformi, grazie a nuove e specifiche mappature riguardanti la frequenza di cambiata e le caratteristiche di erogazione del propulsore.
Per quanto riguarda il sistema manuale, c’è da sottolineare come i tecnici Subaru si siano impeganti per garantire maggiore solidità, precisione di cambiata e silenziosità. La rapportatura dei 5 rapporti è molto distesa e punta più a sfruttare le caratteristiche di coppia piuttosto di quelle di potenza massima.
Symmetrical AWD Ovviamente, i due cambi disponibili possono trasferire il loro “operato” su quel gioiellino tecnologico chiamato Symmetrical AWD – l’eccezionale sistema di trazione integrale Subaru -, che ora sfrutta un nuovissimo controllo elettronico, siglato LAN, per ottimizzare la gestione delle quattro ruote motrici e della coppia motrice disponibile. Il “LAN” è in grado, quindi, di adattare le caratteristiche del sistema di trazione ad ogni stile di guida ed ogni condizione del terreno, assicurando quindi maggiori livelli di sicurezza attiva.
Su strada E’ quasi inutile sottolineare che, come da tradizione del Marchio, la nuova Subaru Legacy sia letteralmente incollata all’asfalto. Il sistema di trazione integrale, infatti, svolge il suo compito in modo egregio, e la ripartizione elettronica della coppia motrice, effettuata in tempo reale dal nuovo controllo elettronico “LAN”, è talmente veloce ed efficace da poter essere definita “impercettibile” e proprio per questo molto piacevole.
Certo, il propulsore potrebbe dare qualche emozione in più, ma la Legacy non nasce certamente con l’idea di entrare in concorrenza prestazionale con la sorella Impreza, ma basta affidarsi alla generosa curva di coppia per riprendere con vigore dopo un impegnativo tornante o assicurare tutta la spinta necessaria per affrontare un sorpasso.
Grazie ad un notevole lavoro di alleggerimento messo in atto dai tecnici giapponesi, i trasferimenti di carico sono quasi impercettibili (senza fare i matti!) tanto che non abbiamo mai notato evidenti reazioni in rilascio o nei repentini cambi di direzione.
Come i tecnici della Casa hanno tenuto a sottolineare, si è cercato di dare una voce molto particolare al propulsore, esattamente come fanno da anni in Ferrari o in Harley Davidson. La tonalità del 2.5 aspirato e decisamente diversa rispetto a prima, è più piena, più corposa, ma allo stesso tempo in grado di assicurare ottimi livelli di confort, anche alle velocità più elevate.
La cura per il dettaglio è decisamente buona, sia all’interno che all’esterno della vettura. Gli assemblaggi sono realizzati con cura, così come sono ottimi i materiali utilizzati per il rivestimento dei sedili e le pennellature delle porte. Buona al tatto ed anche alla vista la plastica utilizzata per la realizzazione di plancia.
La sensazione di spazio e libertà offerta dalle ampie superfici vetrate, è confermata anche da una reale abbondanza di spazio, pronta a mettere a proprio agio tutti i passeggeri della vettura, bagagli compresi.
Prezzi Il listino della Subaru Legacy 2.5 parte dai 30.980 euro della versione con cambio manuale per arrivare ai 32.960 richiesti per la versione automatica. Ricordiamo che il listino Subaru comprende anche una Legacy meno potente, dotata di un propulsore due litri da 136 CV. Anche in questo caso sono disponibili due versioni, manuale o automatica, vendute rispettivamente a 25.980 e 27.960 euro. La dotazione di accessori di serie è molto ampia, tanto che la lista degli optional si limita agli interni in pelle –1750 euro- ed alla vernice metallizzata.
Per chi voglia poi un look più avventuroso, ricordiamo la cugina Outback di cui potete leggere la prova attraverso questo link /a_49_IT_419_1.html!

ARTICOLI CORRELATI