Suzuki nuova Ignis

Per non essere solo 4x4…

Suzuki nuova Ignis. Simpatica e sbarazzina nel design, tecnologica e decisamente spaziosa. La nuova Suzuki Ignis, rappresenta senza dubbio l’espressione del concetto di utilitaria moderna, una vettura non solo economica nei costi di esercizio ma anche in grado di adattarsi facilmente alle più disparate esigenze di mobilità urbana ed extraurbana a breve e medio raggio.
Costruita in Ungheria nello stabilimento della Magyar Suzuki Corporation a Esztergom, nei pressi di Budapest, Ignis si rinnova profondamente evolvendo tutte le qualità che l’hanno resa un prodotto popolare nella maggior parte dei mercati europei.

Oltre ad un nuovo stile nel design, i tecnici giapponesi hanno concentrato gran parte delle attenzioni nella definizione degli interni, che oltre alla già citata spaziosità, offriranno livelli di finitura e dotazioni di serie degne di categorie superiori.
Per il nostro Paese, Ignis sarà disponibile con due motori a benzina, un 1.3 e un 1.5, dotati di un eccellente sistema di trazione integrale ed un minuscolo turbodiesel DDiS di soli 1.3 litri, ideale per un mercato come quello italiano, votato, oggi più che mai, all’economia e le prestazioni, ormai “da benzina”, dei moderni propulsori a gasolio.
E’ ancora presto per parlare di prestazioni. Non sono ancora stati dichiarati, infatti, i livelli di potenza e le prestazioni, ma non è difficile ipotizzare, vista anche la già annunciata versione sportiva dedicata al Campionato Mondiale Rally Super 1600, valori di riferimento per l’intera categoria.
La nuova Ignis dopo la presentazione statica di settembre, al Salone di Francoforte, arriverà in Italia nelle prime settimane di autunno, dotata di generosi allestimenti che prevedono di serie ABS, aria condizionata e doppio air bag ai quali si aggiungono cerchi in lega da 15”, fendinebbia e autoradio con lettore cd integrato.

ARTICOLI CORRELATI