Ultimissime: Aston Martin DB-ONE by Ruben Vela

Uno sguardo al futuro della supercar inglese

Aston Martin DB-ONE by Ruben Vela. Parliamo di creatività.
Negli ultimi tempi in determinati segmenti si è accusata una certa omologazione degli standard estetici delle vetture di serie proposte dai costruttori nel mercato. La paura di osare è legata al fatto che spesso questo tipo di politica non viene premiata dal grande pubblico. Comunque sia il mondo dei designer continua ad offrire ottimi spunti, prefigurando evoluzioni estetiche che sicuramente influenzeranno le scelte future dei costruttori. Il segmento delle supercar, se così lo vogliamo chiamare, è più libero dai dettami della grande distribuzione e può lasciar spazio ad una maggiore creatività. Ruben Vela ci propone oggi questa splendida concept car, in grado di miscelare con oculatezza “new and old style”, alla ricerca sicuramente di nuove prospettive, ma senza però staccarsi dal marchio di riferimento, in questo caso l’elitario Aston Martin.

Questa Aston Martin DB-ONE by Ruben Vela si presenta come una supercar estrema, con un frontale che richiama il design del marchio inglese, sviluppandone ulteriormente il dinamismo estetico, e una vista laterale che sembra scolpita sul marmo. Imprescindibile lo sky in cristallo ed un posteriore a punta che sembra accompagnare i flussi e le turbolenze tipiche dell’alta velocità, formando uno spoiler totalmente integrato al posteriore.
Le dimensioni, secondo il designer spagnolo, sono le seguenti: 4820 mm di lunghezza, 1960 mm di larghezza e solo 1200 mm di altezza, per un passo di ben 3000 mm. Sotto il cofano ruggisce un 12 cilindri a V, 6.035 cc da 550 cavalli, con una trasmissione a 6 marce manuale. Le performance previste invece sono: da 0 a 100 km/h in 4 secondi circa, per una velocità massima di 345 km/h.
Nelle discussioni nella redazione di Infomotori.com, ci capita spesso di parlare di futuro (i nostri rendering di fatto sono le elaborazioni grafiche delle nostre elucubrazioni in materia di trend estetici delle vetture presenti nel mercato), questa di Ruben Vela ci sembra piuttosto affascinante, cosa ne pensate?

ARTICOLI CORRELATI