Ultimissime: Chrysler 300C facelift

L’alternativa allo strapotere tedesco

Chrysler 300C facelift. Chrysler ritocca i canoni estetici della berlina 300C, un aggiornamento minimalista in sintonia con il trend automobilistico attuale. Troppo tardi, a nostro avviso, fu l’abbinamento di un serio propulsore diesel su questa muscolosa berlina americana, dotata di un appeal yankee che nel vecchio continente non a pochi è piaciuto fin dall’inizio, ma che, proprio a causa della mancanza di una competitiva proposta a gasolio, non ha ottenuto il successo atteso. In ogni caso la Chrysler 300C Touring a maggio 2007 (mese di record per il Gruppo con un +24% in Italia) si posiziona come quarta tra le station wagon di segmento E più vendute in Italia con il 10% di quota e 880 unità immatricolate da Gennaio a Maggio. Ora dopo i ritocchi di rito, rilancia l’immagine di alternativa allo strapotere tedesco nel segmento delle berline di un certo calibro, rimpinguando l’offerta con generi di comfort resi dal benessere ormai di prima necessità (leggasi generoso impianto audio 5.1 Matrix Surround Sound). A nostro modesto parere abbinare un ulteriore motorizzazione diesel al già collaudato V6 3.0 litri CRD da 218 cavalli sarebbe un toccasana per questo modello, magari meno potente e più abbordabile in termini di prezzo e consumi.

ARTICOLI CORRELATI