Zhonghua M3

La sportività viaggia anche con occhi a mandorla, ma l’originale bavarese è su un altro pianeta!

Zhonghua M3. “La Cina è più vicina”: ormai siamo quasi stufi di dirlo, ma non c’è nulla di più vero. Dal lontano Oriente non fanno che giungere sempre nuove proposte che cominciano ad essere anche interessanti!
Le linee stravaganti o quantomeno azzardate, sembrano ormai un vago ricordo. I designer cinesi stanno sfruttando sempre più il know how europeo – alle volte prendendo letteralmente in prestito – per produrre vetture dal design più raffinato e curato.
Tra le tante proposte che giungono da Oriente, Zhonghua M3 è una perfetta ambasciatrice del nostro discorso. Bisognerebbe ovviamente vederla dal vivo e toccarla con mano per poter esprimere un giudizio valido, ma, limitandosi ad un’analisi fotografica, possiamo dire che il risultato non è affatto male.
Certo, il nome M3 evocherebbe pensieri veloci e scattanti, forse un po’ azzardati per il 1.8 litri turbocompresso da 170 cavalli, ma ad ogni modo la Zhonghua M3 la sua carta di sportività se la gioca, grazie anche ad uno 0-100 km/h in 10”1 ed una velocità di punta di quasi 220 km/h!
Nata con mire di conquista del mercato europeo e americano, Zhonghua M3 si presenta con un motore che risponde abbastanza bene alle esigenze del “Vecchio Continente”, ma che forse non si addice perfettamente alle grandi praterie del “Nuovo Continente”.
Ad ogni modo questa coupè sportiva potrebbe dire la sua da un punto di vista meramente economica: carta che fino ad ora ha fatto sempre fatto la differenza sui prodotti cinesi.

ARTICOLI CORRELATI