Abbigliamento da moto con airbag

Sicuri in venti centesimi di secondo con gli airbag della Helite; protetti torace, fianchi, collo, colonna vertebrale e coccige

Abbigliamento con airbag. Se ne parla sempre di più ma per strada se ne vedono ancora pochi: i giubbetti o gilet con airbag rappresentano attualmente l’ultimo livello in fatto di sicurezza sulle due ruote, uno strumento che crea intorno al motociclista un vero e proprio cuscino di protezione intorno alle zone più sensibili, come colonna vertebrale, collo, coccige, torace e fianchi. Indossati e all’apparenza sono dei normali capi di abbigliamento ma, integrato nel giaccone, nel gilet o nel giubbotto, c’è un airbag specificatamente concepito per motociclisti e scooteristi.
È sufficiente installare un cavetto alla moto o allo scooter, indossare il gilet o giubbotto ed agganciarsi prima di iniziare a guidare. Nessun movimento viene impedito ma, in caso di incidente e conseguente sbalzo del pilota dal veicolo, il cavetto aziona il sistema airbag e in 20 centesimi di secondo, (0.08 secondi per l’airbag della cervicale e 0.2 secondi complessivi per tutto il corpo) le camere d’aria all’interno della giacca si gonfiano completamente andando a proteggere le parti “vitali” del corpo umano quali il torace, il collo e la cervicarle (impedendo al casco di ruotare lateralmente e all’indietro), i fianchi e tutta la colonna vertebrale. L’airbag gonfio forma un “corpetto” che, oltre ad assorbire i colpi, impedisce alla cervicale, alla cassa toracica e alla colonna vertebrale di subire torsioni (“colpi di frusta”) . E’ veramente difficile fare intervenire accidentalmente il sistema, ad esempio scendendo dalla moto senza sganciarsi visto che, oltre all’elasticità del cavetto, è necessaria una forza di 25-30kg per attivare l’airbag (che è comunque ricaricabile semplicemente sostituendo la cartucia di gas).
Uno strumento in più da affiancare alle sempre più necessarie attenzione e prudenza.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE