aprilia – atlantic 500

L'aspetto è davvero imponente, con tanto di grande scudo con protettivo parabrezza e sella a due piani dotata di poggiaschiena. Le ruote sono da ben 14 pollici all'anteriore

Aprilia Atlantic 500. Dopo aver scombussolato il mercato dei piccoli e medi scooter, la Casa di Noale punta decisa verso i maxi con il nuovo “Atlantic 500” con cui risponde al fenomeno dei maxiscooter che vedono protagonisti la Piaggio ed i giapponesi. Comfort, spazio, prestazioni, sicurezza ed esclusività sono assicurati dalla linea, dalla meccanica e dall’esperienza Aprilia. L’aspetto è davvero imponente, con tanto di grande scudo con protettivo parabrezza e sella a due piani dotata di poggiaschiena. Le ruote sono da ben 14 pollici all’anteriore (con pneumatico da 120/70) e da 15”dietro (140/70). Il telaio è a doppia culla ed il forcellone oscillante è servito da due ammortizzatori a doppio effetto. La forcella anteriore è teleidraulica, con steli da 40 mm. Tradotto su asfalto significa gran comfort, stabilità e buona maneggevolezza. Sul versante della sicurezza segnaliamo che l’impianto frenante, a richiesta, è disponibile anche con ABS: davanti troviamo due dischi da 260 mm, con pinze flottanti; dietro un disco da 220 mm, con pinza a pistoncini contrapposti. Buone pure le prestazioni garantite dal suo cuore(Euro 2):un monocilindrico 500 (Made in Piaggio) 4 tempi, con albero a camme in testa, raffreddato a liquido, capace di 39 CV, con una coppia massima di 40 Nm a 5.500 giri. Il vano portacaschi vanta una capacità di 47 litri (ossia ha lo spazio per ospitare due caschi due integrali), mentre per i piccoli oggetti troviamo un altro piccolo vano da 5 litri collocato nel retroscudo. La commercializzazione parte da giugno 2001 con un prezzo vicino a i 14/15 milioni.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE