BMW HP2

Dedicata all'off-road!

BMW HP2. Piccola e leggera, quasi come un monocilindrico, ma dotata di quel gran bel pezzo di motore che è il boxer BMW. Questa, in sintesi, è la nuovissima HP2…una moto davvero inedita e che nasce con l’idea di soddisfare le esigenze degli “off-roader” di tutto il mondo pur conservando quei tratti tipici che da sempre caratterizzano il modo di fare moto della Casa dell’elica.
Per quanto concerne l’aspetto estetico, non si può certamente dire che HP2 sia un esempio di design pulito e filante…ma è chiaro che l’intento dei tecnici BMW era quello di creare una moto in grado di “volare” su tutti quei percorsi in cui sotto alle ruote non corre l’asfalto.
Sotto sotto, c’è la GS! Derivata dalla R 1200 GS, la HP2 vanta numerose “rifiniture” alla ciclistica per risultare molto più leggera alla bilancia. Un lavoro certosino, basato sulle esperienze raccolte nei rally-maratona e che mette in campo chicche come il sistema molla-ammortizzatore pneumatico che lavora sul Paralever posteriore alleggerito o il motore alleggerito in molte delle sue componenti.
Il telaio, come da tradizione enduristica BMW, è realizzato in tubi d’acciaio e lavora in abbinamento al già citato mono posteriore e ad una forcella di tipo tradizionale a steli rovesciati di 45 mm di diametro. Il Telelever viene dunque messo da parte ma è chiaro che l’esigenza di assicurare 27 cm d’escursione alla ruota anteriore ha reso obbligata questa scelta.
Agli amanti dei numeri, segnaliamo che questa BMW è accreditata di soli 175 chilogrammi a secco.
Maneggevolezza prima di tutto La posizione di guida è stata studiata per assicurare maneggevolezza: secondo i tecnici BMW, il risultato è talmente valido da riuscire ad impensierire anche le più agili rivali monocilindriche nello stretto…pur senza mettere da parte la velocità nei tratti in cui sia richiesta la forza dei 105 CV a 7.000 giri (115 Nm a 5.500 giri/min il valore di coppia massima) del milledue boxer.
Al fine di valorizzare le qualità sportive della moto, BMW Motorrad supporta ed assiste un team da corsa privato che parteciperà con la HP2 a diverse manifestazioni enduro, per esempio al Campionato German Cross-Country (GCC). Il pilota selezionato per il GCC è il vincitore della serie dell’anno passato, il finlandese Simo Kirssi. Su scala internazionale è previsto che la HP2 prenda parte alla Baja 500 e alla Baja 1000 in California, così come è in programma la partecipazione al prologo della Gara Erzbergrennen in Austria.
Arriva in autunno L’introduzione mondiale sul mercato della HP2 è prevista per l’autunno 2005 ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 17.000 euro.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE