Derbi Mulhacèn 125

The little Spanish scrambler

Derbi has been famous for 50 cc motorcycles models, but now this manufacturer is introducing also higher cylinders motos, for example the last new version of Derbi Mulhacèn 659. And that is good, anyway Derbi can not forget that its main customers are younger: that is why Derbi Mulhacèn 125 has been created, similar to its “older sister” and to the street fighter proptotype Mulhacèn Freexter 125, but at the same time still for younger riders.

Design
Derbi Mulhacén 125 features a new steel chassis, and it is characterized by high ergonomy for a maximum comfort. The front suspensions feature a 37 mm fork. The braking system is composed of a 280 mm front disc, and a 218 mm rear disc. In addition, 18” front wheels and 27” rear wheels.

Powertrain
Mulhacén 125 is equipped with a new 4 strokes 4 valves liquid-cooled engine, which can develop 15 horsepower, develop by Piaggio Group. Derbi developed a compact, light and economic engine, Euro 3, and also capable to last for a long time and to give excellent performances.
Derbi Mulhacèn 125. Abbiamo già preso contatto con uno delle più grosse novità recenti, la Derbi Mulhacén 659, riedizione moderna delle mitiche scrambler. Ora la casa di Martorelles, nell’ottantacinquesimo anno dalla fondazione, presenta la sua… crossover a due ruote anche con cilindrata di 125 cc, per i sedicenni ai quali lo scooter sta proprio stretto o per i maggiorenni ai quali le supersportive stanno troppo larghe.

Un nome, un programma
La definizione “scrambler” deriva dal verbo inglese “to scramble”, mischiare, e veniva utilizzata dai giovani statunitensi per descrivere le loro moto stradali modificate in ottica fuoristradistica. Come insegnano i migliori telefilm della nostra infanzia, i ranch a stelle e strisce sono spesso ben lontani dalle arterie principali, accessibili attraverso lunghe strade sterrate. Ecco quindi che una moto tradizionale associata a pneumatici da fuoristrada, ad un manubrio più largo e a rapporti accorciati diventa un’esigenza: da qui alla moda, il passo è stato breve.

Il ritorno
Derbi Mulhacén fa rivivere il mito delle scrambler, rispolverando una impostazione affascinante quanto funzionale. E lo fa con una moto semplice, diretta, ma non per questo anonima: le quote sono ridotte, ma i grandi pneumatici misti e lo scarico voluminoso definiscono una personalità forte e decisa.

La ciclistica
Derbi Mulhacén 125 è dotata di un nuovo telaio tubolare in acciaio, ed offre una ergonomia votata alla massima comodità. La sospensione anteriore può contare su una forcella idraulica da 37mm, la più robusta della sua categoria, con un’escursione di 99mm; al posteriore lavora un monoammortizzatore su un forcellone in acciaio.
Il sistema frenante si compone di un disco anteriore di 280 mm con pinza a doppio pistoncino e di un disco posteriore di 218 mm, mentre le ruote hanno diametro di 18” davanti e 17” dietro. L’agilità e la maneggevolezza sono poi garantite dal peso ridotto a soli 110 kg.

Il motore
Mulhacén 125 viene equipaggiata con un nuovo motore monocilindrico 4 tempi, 4 valvole, raffreddato ad acqua con una potenza di 15 cavalli, sviluppato dal Gruppo Piaggio e montato per la prima volta su questi due nuovi veicoli.
Il motore è dotato di raffreddamento a liquido, cambio a 6 marce ed avviamento elettrico. Derbi ha sviluppato un motore compatto, leggero ed economico, omologato Euro 3, caratterizzato da un’avanzata distribuzione bialbero a 4 valvole, che si distingue per il bassissimo livello di vibrazioni.

Quanto costa?
La nuova Mulhacén 125 viene offerta a 3.399 euro, un prezzo non proprio irrisorio. L’originalità, sia della linea che del concetto stesso di moto, esigono qualche sacrificio, specie se si hanno 16 anni ed una voglia matta di… mischiare!

Tag:,
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE