Fiat Yamaha Team: il sito ufficiale

Vale corre anche sul Web...

Fiat Yamaha Team: il sito ufficiale. Da qualche giorno è on-line il nuovo sito pubblico del Fiat Yamaha Team all’indirizzo www.fiatyamahateam.it, nato per integrare con contenuti di entertainment il sito Media del team, raggiungibile all’indirizzo www.yamahamotogp.it. La peculiarità del nuovo sito è nella continua creazione di contenuti e argomenti da parte degli utenti. Infatti, dopo essersi iscritti al blog tutti potranno inviare foto, video e commenti dando vita a una vera e propria community che condivide la stessa passione per la Moto GP e per il Fiat Yamaha Team. Quando il gioco si fa duro… Nonostante il periodo poco felice, almeno sul web le prestazioni del Dottore di Tavullia fanno ben sperare. Si fa un gran parlare della vita privata di Valentino Rossi, dei suoi presunti flirt che potrebbero essere causa degli ultimi risultati poco confortanti: gossip spicciolo, buono a riempire le pagine dei rotocalchi e di qualche pseudo-articolo motociclistico. La verità è che Valentino rimane il pilota di sempre, il migliore sulla piazza, capace di vincere sopra tutti e sopra tutto. La differenza quest’anno la stanno facendo gli altri: il terzetto Stoner-Ducati-Bridgestone sembra aver interpretato nel modo migliore il passaggio dalle 990 alle 800, dimostrandosi competitivo in qualsiasi condizione climatica e su qualsiasi tracciato. Yamaha e Michelin invece evidenziano delle lacune, che emergono con prepotenza quando le condizioni non sono ottimali. Il problema è trascurabile sul giro secco, vedasi la pole del week end inglese ad opera di Colin Edwards, mentre diventa evidente sui long run e sulle gare vere e proprie.

Il gommista francese, in particolare, sembra essersi fatto cogliere impreparato dall’avanzata di Bridgestone: lo sviluppo delle gomme per il prosieguo della stagione potrebbe spostare l’ago della bilancia. Dopo la prestazione maiuscola di Assen, il Dottore ha peccato di irruenza durante la rimonta al Gran Premio di Germania. Un’occasione persa, altri punti regalati a Stoner, ma nulla di compromesso in ottica mondiale. Anche se quest’anno Rossi si trova di fronte un avversario che non molla e, soprattutto, non sbaglia. A noi va bene così! Dal canto nostro, non possiamo che essere felici (da spettatori) di un campionato così vivace. Stoner debuttante in Ducati davanti a tutti, Suzuki e Kawasaki finalmente competitive, Pedrosa in crescita su una Honda problematica, Vale più carico che mai alla ricerca dell’ennesima rimonta… gli ingredienti per lo spettacolo sembrano esserci proprio tutti. Ci dispiace per gli alfieri italiani Melandri e Capirossi: il primo patisce le bizze di una Honda critica, apparendo spesso molto demotivato, mentre il secondo da segni di ripresa dopo l’iniziale difficoltà di adattamento alla Desmosedici GP7. In ogni caso, sembra proprio che ne vedremo delle belle!

Since few days ago the Fiat Yamaha Team opened the new web site at www.fiatyamahateam.it; the site is born to integrate with entertainment content the Media site of the team, reachable at www.yamahamotogp.it. The strength point of this site is the possibility for the users to continually add new content; as matter of fact, as soon as registered, anyone can immediately upload photo, video, and comments, therefore creating a true community that shares the same passion for the Moto GP and for the Fiat Yamaha Team. When the game become difficoult … Regardless the not so happy period, at least on the Web the Doctor of Tavullia’s performances are very good. There are many gossip about the private life of Valentino Rossi and all his possible flirts that can be the cause of his low performances; these are only pointless gossips made just to fill the space on gossip magazines and pseudo motorcycles articles. The truth is that Valentino is still the usual pilot, the best on his sector, capable to win above everyone and everything. The differences this year are made by the others racers: the trinity Stoner-Ducati-Bridgestone seems to have correctly interpreted the best way to migrate from the 990 to the 800, therefore being very competitive in any climatic condition and on every racetrack. Yamaha and Michelin show many problem that appear more evident especially when the conditions are not optimal. The problem is ignorable on a dry single lap, but is more evident on long runs and on the real matches. After the Assen’s magisterial exhibition, the Doctor has pushed to much on the Germany Gran Prix. A lost chance and more points for Stoner, but the situation is still recoverable. We liked it! We could not be happier for a championship so dynamic. Stoner debuts with Ducati in front of all, Suzuki and Kawasaki are finally competitive, Pedrosa is growing even with a problematic Honda,Vale is motivated as never … the reagents for the show are on the table. We are sorry for the Italian racers Melandri and Capirossi: the first pays the prices of a critical Honda, the second is just starting to adapt to the new Desmosedici GP7. Anyway we are sure we are going to see a great show!

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE