La prima Yamaha XT 660Z Ténéré prodotta

La prima Yamaha XT 660Z Ténéré prodotta - Foto  di

La leggendaria moto che ha segnato la storia del motociclismo d'avventura ritorna sulle nostre strade

La prima Yamaha Ténéré 660 prodotta in Italia è uscita dalle linee dello stabilimento di Gemo di Lesno. Generazioni intere hanno sognato, anche solo pensando a quel nome con i tre accenti acuti, come una successione di dune che si perde all’orizzonte. Nel deserto, come quello da cui prende il nome, il Ténéré s’è costruito una fama inossidabile, e ha aperto le porte dell’avventura ai motociclisti di tutta Europa. La sua posizione di guida rialzata, la grande ruota anteriore e l’enorme serbatoio raccontavano di chilometri e chilometri percorsi senza fatica, di un continente intero esplorato stando in sella, di imprese sensazionali fatte da uomini normali. E adesso tutto questo ritorna, naturalmente in versione tecnologicamente aggiornata. Come afferma Hiromu Murata, Presidente di Yamaha Motor Italia, il progetto si inserisce in una strategia più ampia, che prevede la realizzazione in Italia di modelli dalla personalità unica, come appunto XT660Z e MT-03. L’infaticabile monocilindrico è aggiornato con la precisione dell’iniezione elettronica, e anche le sospensioni a lunga escursione sono al passo con i tempi, come il design che ha ancora una volta saputo anticipare l’evoluzione del gusto e delle mode. Insomma, un modello tutto da scoprire, magari in occasione dell’Open week-end del 19 e 20 aprile, quando da tutti i Concessionari Yamaha i piloti più giovani potranno provare le nuove emozioni offerte dalla piccola R125, e i più maturi rivivere sensazioni mai dimenticate.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE