Lazareth Roadster V6

Un abile preparatore ed un motore automobilistico V6 di derivazione Mazda!

Lazareth Roadster V6. C’è un capannone immerso nel verde della Francia. Il paese dei balocchi per gli appassionati di tuning. Si tratta della sede di Lazareth, tuner specializzato in… tutto ciò che ha una o più ruote ed un motore, preferibilmente grosso e potente.
Dalla lunga lista delle sue creazioni abbiamo scelto questa Roadster V6, una moto concepita e realizzata attorno ad un propulsore automobilistico V6 di derivazione Mazda.
Artigiani al lavoro
Ogni singolo particolare di questa moto è realizzato con la classica cura artigianale. I carter laterali del motore sono realizzati in alluminio lavorato dal pieno, mentre le sospensioni sono monobraccio sia davanti che dietro. Sì, avete capito bene: sull’anteriore lavora una splendida struttura, sempre in alluminio, decisamente inusuale, che “regge” il mozzo della ruota da un solo lato. Bello da vedersi, grazie ad un design significativo e muscoloso.
Ad essere sinceri nutriamo dei dubbi sulla funzionalità di questo elemento, data la mancanza di un vero e proprio sistema ammortizzante. Diciamo che l’avantreno della Lazareth Roadster V6 è… decisamente granitico!
Il telaio è una struttura a traliccio cui è appeso il motore, elemento portante all’interno della ciclistica di questa special. Molto accattivanti anche le sovrastrutture, ridotte all’osso per enfatizzare la presenza del corpulento propulsore. Gli scarichi invece sbucano a fianco del codone, con tre uscite per lato sagomate a “fetta di salame”. A completare il tutto pneumatici sportivi extra large, cerchi in lega ed un magnifico impianto frenante a disco perimetrale e doppia pinza anteriore.
Sei cilindri mon amour
Scelta inusuale, ma non inedita, quella del propulsore. Gli occhi famelici del preparatore transalpino sono ricaduti su un sei cilindri di origine Mazda, abbinato ad un cambio Harley Davidson a cinque rapporti. I valori di potenza del V6 giapponese non sono poi altissimi (circa 135 cavalli), ma siamo certi che il buon Lazareth ci abbia messo “del suo” per renderlo decisamente più aggressivo…
Un artista
Non ci vengono in mente altri aggettivi per definire l’atelier Lazareth. Un prodotto del genere esula dal semplice “assemblaggio” e diventa arte, creatività forgiata sotto forma di tubi, lamiere e fusioni. Se non ci credete, fate una visita al sito www.lazareth.fr!
Here are the photos of the Lazareth Roadster V6

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE