malaguti – f18 warrior

Il telaio è di nuova progettazione, le ruote sono da13" e su entrambe sono montati freni a disco di 220 e 200 millimetri di diametro. La forcella è teleidraulica e la sospensione posteriore adotta una coppia di ammortizzatori idraulici simmetrici.

Malaguti F 18 Warrior 125-150. Sviluppatasi grazie al suo fiuto nel settore dei ciclomotori e delle moto di piccola cilindrata, la bolognese Malaguti amplia ora la sua gamma di scooter targati con l’F18 Warrior nelle versioni 125 e 150. Per l’ultimo nato si è deciso di puntare sul motore Kymco con distribuzione a due valvole e raffreddamento ad acqua. Si tratta di un motore noto per le qualità di robustezza, regolarità di funzionamento ed economia di esercizio, ma anche per offrire doti di brillantezza e

vivacità. Il 150 adotta lo stesso motore a quattro tempi raffreddato a liquido del 125 con cilindrata elevata di 25 cmc “giocando” sull’alesaggio del cilindro che ha permesso di far salire la potenza a 11,8 CV (1,5 CV in più del 125) e soprattutto incrementare la coppia, con apprezzabili vantaggi nello spunto da fermo e nella ripresa. La velocità massima è di 108 km/h.. Il telaio è di nuova progettazione, le ruote sono da13″ e su entrambe sono montati freni a disco di 220 e 200 millimetri di diametro. La forcella è teleidraulica e la sospensione posteriore adotta una coppia di ammortizzatori idraulici simmetrici. Sull’F-18 la meccanica si fa sentire un po’ più del solito, sia dal punto di vista sonoro sia da quello delle vibrazioni, segnalando che i consumi, sia sul 125 che sul 150, sono abbastanza contenuti. Esteticamente non impressiona per le dimensioni, tanto da poter esser confuso per un non targato. Frontalmente, si apprezzano le vistose prese d’aria che affiancano la grossa “bocca” centrale per il radiatore più quelle nelle fiancatine posteriori. Piacevole e funzionale il manubrio dritto con piccolo cupolino e la sella a due piani con poggiapiedi per il passeggero integrati nella pedana che valorizza il suo spirito sportivo. L’F-18. non tradisce praticità e comodità.Per concludere ricordiamo i prezzi che,escluse le spese di immatricolazione, sono di 5.540.000 di lire per la versione 125 e 5.750.000 per quella 150.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE