Moto Morini 1200 Sport

Sostanza ma anche look: la scrambler sportiva guadagna una nuova versione bianco/blu in arrivo a €11.799,00

Moto Morini 1200 Sport. La nuova bicilindrica italiana, presentata in anteprima mondiale al Bike Expo 2007, colpisce per l’estetica retrò ma non manca di contenuti tecnici elevati, a partire dal motore Bialbero Corsacorta Bellezza nuda La bellezza essenziale della moto nuda e lo stile classico della meccanica anni 70 si respirano in un nuovo progetto moderno, anzi modernissimo. Lo stile vintage non tragga in inganno: sotto il vestito ci sono soluzioni tecnologiche all’avanguardia, una componentistica di ottimo livello e un motore dalle prestazioni eccezionali. 1200 Sport nasce sulla base tecnica del progetto 9emmezzo ma presenta importanti novità che la rendono assai diversa, non solo sotto il profilo estetico , ma soprattutto per le soluzioni tecniche e l’assetto di guida. È una moto con il culto della personalità, dall’indole certamente sportiva senza dover stupire per la prestazione estrema. L’estetica è curata da Marabese Design, con grande cura del dettaglio. L’elemento principale è il capiente serbatoio da 21 litri che spicca per volume e presenza scenica, disegnato con svasature per le gambe spaziose che lo alleggeriscono nella parte bassa. La vista frontale è fortemente caratterizzata dal piccolo cupolino posto sopra la strumentazione che ne sottolinea la forte personalità e dal fanale rigorosamente tondo. La sella monoposto fa corpo unico con il codino filante e snello impreziosito dall’originale cover sella che nasconde un comodo posto per il passeggero. L’essenzialità tecnica è totalmente a vista: il telaio in traliccio presenta una parte posteriore rinforzata per ospitare l’ammortizzatore laterale a sbalzo che va a connettersi direttamente al forcellone in alluminio; quest’ultimo prende forma grazie alla nuova tecnologia dell’idroformatura che garantisce la realizzaione delle due gambe di generosa sezione in pezzo unico, senza saldature. Il retrotreno è caratterizzato sul lato sinistro dal doppio silenziatore con marmitta conica, mentre all’avantreno troviamo la forcella da 50mm. Grande attenzione è stata dedicata all’ergonomia e all’assetto: manubrio stretto e distanza tra pedane e piano sella invitano ad una posizione di guida caricata sull’avantreno, con il busto proteso in avanti, come è naturale per una moto dal carattere sportivo.

La scelta dei componenti è mirata a creare un mix di contrasti che contribuiscono al carattere unico della 1200 Sport:la forza del telaio a traliccio e l’eleganza del serbatoio con verniciatura bicolore; la ricercatezza dei cerchi a raggi Excel contrapposta alla grinta dell’ impianto frenante Brembo da 320 mm per garantire potenza e modulabilità; la muscolosa forcella Marzocchi con steli da 50 mm e l’ammortizzatore laterale con link diretto Paioli; il fanale anteriore tondo contrapposto al posteriore più tecnologico a led. Animo italiano 1200 Sport è equipaggiata con il motore bicilindrico Bialbero CorsaCorta da 1187 cc. disegnato da Franco Lambertini; un propulsore potente dall’anima inconfondibilmente sportiva, che sviluppa 86 kW e 117 cv@ 8500 giri/min, con una coppia elevata (102 Nm con 10,4 Kgm@6700 giri/min) e ben distribuita su tutto l’arco di erogazione. Il lay out del motore è molto compatto, fortemente caratterizzato dalla disposizione a V da 87° dei cilindri e dall’innovativa soluzione del carter integrale che offre diversi vantaggi rispetto alle soluzioni tradizionali: la rigidezza dell’insieme rende il motore portante, semplificando notevolmente il lay out del telaio; la semplicità di montaggio e smontaggio consente di intervenire sul motore sia in fase di produzione che di assistenza: per esempio è possibile aprire il basso motore accedendo al cambio e all’albero motore senza smontare le teste dal carter; è possibile smontare pistoni e cilindri senza aprire il carter, utilizzando gli appositi portelli laterali; si elimina la necessità di accoppiamento dei due semicarter, tipico dei motori da moto, con grande beneficio per la produzione, per il service ed anche per il costo dei ricambi. Fulcro della ciclistica è il telaio a traliccio realizzato in tubi di acciaio altoresistenziale da Verlicchi su progetto esclusivo di Moto Morini. Si tratta di una struttura estremamente solida, che è stata ulteriormente rinforzata nella parte posteriore del telaietto per accogliere la soluzione della sospensione a sbalzo laterale. Le quote caratteristiche relative a passo, inclinazione di sterzo e avancorsa sono compatte, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di una moto con un cuore da 1200cc.

Il lavoro del telaio è coadiuvato da sospensioni di alto livello. All’anteriore una possente Marzocchi Magnum con steli da 50mm di diametro, stretta da piastre esclusive e leggerissime realizzate in fusione di lega leggera. Il posteriore è caratterizzato da un poderoso forcellone con gambe realizzate in idroformatura, una innovativa tecnologia costruttiva che si basa sulla capacità deformante della forza idrica e che consente la produzione di manufatti in un unico pezzo. Il forcellone presenta così vantaggi sia in termini di peso, che di rigidezza strutturale. L’ammortizzatore laterale Paioli con serbatoio piggy back completamente regolabile in pre-carico compressione ed estensione completa il gruppo sospensione. Gli impianti Brembo garantiscono decelerazioni potenti e progressive regalando al pilota tutta la sensibilità necessaria per gestire al meglio questa difficile fase della guida. La coppia di dischi semiflottanti da 320mm all’anteriore è lavorata da pinze assiali a quattro pistoncini a diametro differenziato: una soluzione che risponde ad un preciso input tecnico, quello di dare sicurezza grazie ad una modulabilità da riferimento ed una grande potenza.Troppo spesso impianti da pista trasferiti su moto stradali generano reazioni brusche e difficilmente controllabili, specialmente su strade aperte al traffico e in presenza di fondi con scarsa aderenza. Al debutto… Coerentemente con la strategia commerciale e di marketing di Moto Morini,1200 Sport si posizionerà sul mercato ad un prezzo competitivo, che verrà comunicato allo start-up della produzione,previsto per marzo 2008. Sono previste due versioni di colori, entrambe con telaio bianco: azzurro/arancio e British racing green/giallo.

Tag:, , ,
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE