Sherco novità 2009

Nuovi modelli trial ed enduro in arrivo, presenti tutti i requisiti per sfidare le rivali; Beta e Gas Gas sono avvisate

Sherco novità 2009. In poco più di dieci anni la casa spagnola si è imposta sia nel mercato che nelle competizioni, diventando una garanzia per tecnologia e attenzione nei dettagli. E’ di questi giorni lo scoop che riguarda le novità per il 2009, gli amanti del fuoristrada ne rimarranno soddisfatti! Enduro. In questa sezione troviamo i cambiamenti più significativi, la novità assoluta presentata è la Sherco SE 2.5i f, se ne sentiva parlare già nel 2007 e finalmente è arrivata. E’ una delle moto più leggere e potenti del segmento, 250 cc con propulsore 4t raffreddato a liquido, iniezione elettronica della Magneti Marelli, che comparirà su tutti i modelli di listino, cambio a sei rapporti, frizione multidisco in bagno d’olio. Telaio monotrave sdoppiato in cromo molibdeno, parte posteriore in alluminio, forcellone in lega leggera, sospensioni Ceriani da 46 mm, monoammortizzatore Sachs da 320 mm di escursione, freni AJP. 78 mm di alesaggio per 52,2 mm di corsa e pesa solamente 102 Kg. Aggiornate invece le SE 4.5i f e la SE 5.lif, perfezionamenti nella termica, cambiano i carter motore. Notevole l’alleggerimento di 800g. Entrambe rivisitate nella ciclistica per favorire maneggevolezza e precisione. Aumentata la rigidezza del telaio, in acciaio e alluminio, e l’altezza della sella da terra, consentendo una posizione di guida per il pilota più confortevole, sia in piedi che seduto. Trial. Il Trial è il cavallo di battaglia della Sherco, sia nel mercato che nelle competizioni, dove presenta due moto ufficiali nel Mondiale, affidate ad Albert Cabestany e Daniel Oliveras. I cambiamenti per l’anno 2009 riguardano sia il 2t che il 4t, modificato l’angolo di sterzo e spostate le pedane, soluzione che aumenta l’equilibrio generale e consente una differente posizione di guida del pilota. Conseguente l’adattamento delle sospensioni. Notevoli le novità anche nel campo del motore, la 2.9 vede testa, cilindro e pistoni nuovi, mentre la 2t è stata rivisitata nella termica. Nei 4t inserito un quarto appoggio sul banco per l’albero motore e una ventola più potente del radiatore.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE