Stoner e Ducati: terza vittoria consecutiva

Stoner sbanca e per la terza gara consecutiva si piazza sul gradino più alto del podio. Valentino Rossi comincia a preoccuparsi ma resta in testa al campionato

L’australiano continua la sua corsa serrata per conquistare il secondo titolo di “Campione del Mondo”. Tris di vittorie per lui che né il diluvio in terra tedesca né l’asfalto allagato del Sachsenring hanno fermato il giovane pilota in sella alla Ducati Desmosedici. Prove, qualifiche, corsa: la climax ascendente che ha portato al gradino pià alto del podio conferma il valore di Stoner, un pilota capace di primeggiare in tutte le situazioni e su tutti i circuiti confermando che la stoffa del campione non gli manca. Valentino Rossi esce dal weekend al Sachsenring dichiarandosi soddisfatto a metà: d’altra parte mantiene la testa della classifica dei piloti, lui che non ha più bisogno di dimostrare la stoffa del campione ma che oggi – e forse per la prima volta – viene insidiato veramente da vicino. E la gara di ieri ha mostrato come la passione agonistica sia sempre forte e capace di permettergli un recupero decisivo sulla posizione in griglia e una partenza non certo scattante. Al terzo gradino – davvero meritato – Chris Vermeulen: il pilota continua la sua emersione dalle posizioni in cui ha esordito ed ora tallona da vicino i grandi della MotoGp. Peccato per Pedrosa che appena al sesto giro – dopo un’ottima partenza ed un avvio di gara dove stava staccando di parecchio gli inseguitori – cede all’asfalto bagnato e cade in staccata. Ha spiegato che gli si sarebbe bloccato il freno anteriore, certo è che sotto la pioggia ha sempre faticato molto. Non solo per spirito nazionalistica ma anche per la dovuta obiettività, va citato Alex De Angelis che nell’anno del suo debutto nella classe regina sta ottenendo buoni risultati e la gara di ieri ne è l’emblema più lampante. E il prossimo weekend si vola negli States sul circuito di Laguna Seca

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE