Suzuki DL1000V Strom

Ciclistica ad altissimo livello per la nuova turistica giapponese, una via di mezzo tra una moto sportiva ed una da enduro.

Suzuki DL1000V-Strom. Il concetto ispiratore della nuova DL1000 V-Strom è semplice: l’avventura. Suzuki propone alla sua clientela un mezzo polivalente, in grado di affrontare qualsiasi tipo di percorso in tutta tranquillità, sempre assecondati da una protezione aerodinamica eccellente, un motore dal tiro potente ed instancabile ed una ciclistica stabile e sicura, nata sfruttando il know-how decennale della Casa giapponese, nota soprattutto per le sue maxisportive. Dotata di marmitte rialzate, protezioni per motore e mani, carenatura avvolgente ed una notevole altezza da terra, la V-Strom sembra una via di mezzo tra una moto sportiva ed una da enduro. Effettivamente gli ingredienti del mix sono questi, miscelati in maniera decisamente equilibrata. Tralasciando l’aspetto estetico, la posizione in sella e ricorda moltissimo quella di una grossa e comoda moto da enduro, dove la parte superiore del corpo resta eretta con le braccia assolutamente non caricate sull’avantreno. Per contro, la ciclistica ed alcuni particolari ricordano quelli di una moto da strada, visto e considerato che il potente motore bicilindrico è avvolto in un telaio doppia trave di alluminio, che le ruote sono in lega di alluminio e gli pneumatici sono di tipo ribassato. La sella è di dimensioni generose e tranquillamente in grado di ospitare in tutta comodità un passeggero. Se il viaggio che vorrete intraprendere a bordo della nuova Suzuki sarà molto lungo e lo spazio all’interno di uno zaino non si rivelasse sufficiente, il portapacchi di serie su tutte le versioni vi consentirà di applicare un bauletto – opzionale – senza dover modificare alcun particolare. Particolare attenzione è stata data dai tecnici Suzuki all’impianto di illuminazione. Il doppio faro anteriore multi rifrangente e le luci stop ad alta intensità, permettono di viaggiare in tutta sicurezza anche lungo le strade più buie. Guardando attentamente la scheda tecnica della nuova DL1000 V-Strom ci si accorge che la motorizzazione utilizzata è la stessa che equipaggia un’altra due ruote di casa Suzuki, la sportivissima TL1000S. Ovviamente, vista la differenza di concezione dei due mezzi, il motore bicilindrico a V di 90° di 996cc, – 4 valvole per cilindro, iniezione elettronica, dotato di doppio albero a cammes in testa – è stato adattato dagli ingegneri giapponesi alle caratteristiche della DL, lavorando soprattutto sull’elettronica. Si può contare così su un arco di utilizzo più ampio e lineare, oltre che su consumi migliori, a scapito comunque di qualche kw perso agli alti regimi. L’autonomia di percorrenza è garantita da un serbatoio di 22 litri perfettamente integrato all’elegante design della moto. Il motore è stato dotato di un impianto di scarico catalizzato ed è compatibile con le normative Euro 2. La ciclistica, come dicevamo, è di altissimo livello. Oltre al già menzionato telaio in alluminio, la nuova turistica giapponese è stata dotata di sospensioni ad alta escursione, in grado di garantire un confort eccezionale su qualsiasi tipo di fondo stradale. L’impianto frenante, molto potente, è dotato all’anteriore di 2 dischi da 310mm con pinza a 2 pistoncini e al retrotreno di un disco singolo da 260mm con pinza a 1 pistoncino. Le ruote sono di misura “fuoristradistica”, visto che all’anteriore Suzuki prevede un cerchio da 19” gommato con un pneumatico 110/80 e al posteriore un cerchio da 17” abbinato ad un pneumatico 150/70. La DL 1000 V-Strom è disponibile presso le concessionarie Suzuki in due colorazioni: gialla o blu. Il prezzo al pubblico è di circa 10300 €.

Tag:,
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE