Suzuki Hayabusa K8 con nuova aerodinamica

Rinnovata l'aerodinamica e integrato il sistema di variazione della mappatura che regola l'erogazione. Il falco è entrato nella leggenda

Suzuki Hayabusa K8. Per le sue prestazioni è diventata una vera leggenda. Un mezzo il cui nome deriva dalla linea aerodinamica cui è ispirata, quella del falco pellegrino giapponese, famoso per fendere l’aria con incredibile facilità. Una moto che ha numerosi estimatori in tutto il mondo. Un mezzo che da 10 anni non ha uguali tra la concorrenza. Accelerazione progressiva, aerodinamica efficientissima, maneggevolezza sportiva, confort nei lunghi viaggi: l’Hayabusa è stata realizzata per offrire il massimo equilibrio nelle prestazioni. La Suzuki Hayabusa 2008 è stata rivisitata in modo da incrementare l’efficienza del motore e la maneggevolezza di guida. Aumentata nella cilindrata e con una maggiore erogazione di coppia ad ogni regime, offre un ottimo rapporto peso-potenza ed emissioni ridotte. La nuova aerodinamica è più filante e garantisce maggiore protezione all’aria, con una carenatura più morbida. La più recente ed evoluta iniezione elettronica Suzuki ed il sistema di gestione del motore caratterizzato da tre diverse mappature selezionabili, permettono di soddisfare le esigenze di tutti i motociclisti. Freni anteriori sono montati radialmente e sospensioni perfezionate. La Hayabusa 2008 dispone di un 4 cilindri più possente, che assicura una maggiore erogazione di coppia per accelerazioni ancora più progressive. L’architettura di base è rimasta immutata, con raffreddamento a liquido, aspirazione con prese dinamiche ram-air, iniezione elettronica del carburante e distribuzione a catena con doppio albero a camme in testa alleggerito, che aziona le quattro valvole per cilindro attraverso punterie a bicchierino. I cilindri sono rivestiti con lo speciale trattamento Suzuki al carburo di silicio-fosforo-nichel derivato dalle competizioni e denominato S.C.E.M. (Suzuki Composite Electrochemical Material), un rivestimento che migliora la dissipazione del calore, la robustezza e riduce l’usura dei segmenti. L’alesaggio dei cilindri è rimasto di 81 mm, mentre la corsa è stata aumentata di 2 mm ed è ora di 65 mm, il che porta la cilindrata del motore esattamente a 1340 cm3. La nuova Hayabusa non ha soltanto maggiore coppia e cilindrata. Oltre ad essere più potente ad ogni regime, è anche più efficiente nei consumi, più pronta nella risposta all’acceleratore e con emissioni ridotte. La Hayabusa è dotata dell’esclusivo sistema S-DMS (Suzuki Drive Mode Selector), che consente al pilota di selezionare, tramite un interruttore posto sulla parte destra del manubrio, una delle tre mappature di gestione del motore disponibili. Le tre mappature sono identificate con A, B e C.

All photos from Suzuki show floor

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE