Suzuki Hayabusa K8 restyling

Il falco giapponese affila gli artigli

The 2008 Suzuki Hayabusa has many new features making it still one of the fastest and best built bikes in the world. Redesigned instrument cluster now features four analog meters for speedometer, tachometer, fuel gauge and water temperature with a new S-DMS mode indicator, gear position indicator and adjustable engine rpm indicator. Enhanced engine New 1340cc, DOHC liquid-cooled engine with 16-valves, Twin Swirl Combustion Chambers provides 11% higher performance and smoother operation New Suzuki SDTV fuel injection system with dual injectors per cylinder and ram air intake with large volume airbox. New S-DMS (Suzuki Drive Mode Selector) allows the rider to choose from three different engine settings depending on riding conditions or rider preferences. Brand new frame All new aggressive aerodynamic fairing design with low drag coefficient retains it’s signature Hayabusa look and features an updated, muscular look to work with the new more powerful engine and updated chassis. New fully adjustable inverted front fork featuring DLC coated inner tubes for minimal friction resistance and outstanding suspension performance over a variety of riding conditions. Fully adjustable rear shock absorber with a 43mm piston and 14mm rod diameter. Lightweight and rigid twin-spar aluminum frame minimizes weight while maintaining high torsional strength.

Suzuki Hayabusa K8. Chiamarlo restyling forse è un tantino esagerato, diciamo che si tratta di un aggiornamento. Anche perchè non c’è nessun motivo di cambiare, visto che fin dal suo debutto la Suzuki GSX1300R, per gli amici Hayabusa, ha avuto come unica rivale… se stessa. Solo la nuova supersport di Akashi, la Kawasaki 1400 GTR, ha tentato di spodestare la “Busa” dal suo trono, non riuscendo comunque a sostituirla nel cuore degli appassionati. Perchè tanto interesse per una moto con qualche anno sulle spalle, superata in quanto a potenza massima da molte 1000 quadricilindriche? Perchè la Suzuki Hayabusa è stata per molti anni la moto più veloce sul mercato, perfetto esempio di aerodinamica applicata alle due ruote. Per viaggiare a 300 orari nella massima tranquillità, per quanto la definizione possa sembrare contradditoria… Cesellata Il look della Hayabusa K8 rimane intatto, con qualche ovvia modifica che riprende gli stilemi delle sorelline minori. Il codone, ad esempio, non perde la classica “gobba” pronunciata ma si affila ai lati, mentre l’ampio frontale aerodinamico è ora più morbido e moderno. Più che bella in senso stretto, la carenatura della Busa è conturbante: una sagoma che ispira velocità e perfezione.

Più veloce Il motore a quattro cilindri frontemarcia di 1.340 cc viene aggiornato, con nuovi pistoni in lega d’alluminio, trattamento SCEM dei cilindri, nuove valvole in titanio e l’iniezione Suzuki SDTV con due iniettori per ogni cilindri. Il risultato è una potenza accresciuta dell’11%, accompagnata da un funzionamento ancor più regolare e da un miglior rapporto peso/potenza Fa la sua comparsa il sistema S-DMS, attraverso il quale è possibile scegliere tre diverse mappature a seconda delle condizioni di utilizzo. Affinata Anche la ciclistica è stata oggetto di notevoli migliorie: il telaio ed il forcellone in alluminio sono stati affinati, garantendo una ottima rigidezza pur con un peso ridotto. Le sospensioni, sia anteriori che posteriori, sono interamente regolabili, mentre l’adozione di nuove pinze freno anteriori ad attacco radiale con dischi da 310 mm ha perfezionato la frenata.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE