Triumph Speed Four

La casa britannica sfida i colossi nipponici nel segmento naked con la 600 cc più potente della categoria.

Triumph Speed Four. Trasformare in naked una moto di buon successo nata carenata. E’ l’idea semplice ma efficace venuta a Carlo Talamo, importatore italiano della Triumph. La casa britannica è infatti intenzionata a sfidare i colossi giapponesi nel combattutissimo segmento delle moto nude ad alte prestazioni e così ha accolto l’invito di Talamo dando vita alla Triumph Baby Speed. Si tratta di una naked sportiva direttamente derivata dalla TT 600, una super sport allestita dall’importatore in una mini- serie di appena 50 esemplari. La versione in produzione di serie si chiama Speed Four, il cui nome deriva dal propulsore quadricilindrico adottato. La ciclistica – telaio e sospensioni – è quella, già ottima, della TT 600, mentre il motore è stato rivisto per diversificarne le prestazioni. La potenza è stata infatti ridotta da 108 a 97 cavalli, ma è stata migliorata la coppia ai bassi e medi regimi. La potenza di 97 cavalli consente del resto alla Speed Four di essere la naked più potente della categoria. Esteticamente la moto si differenza dalla Baby Speed solo per il nuovo cupolino e per la diversa forma dell’airbox. La nuova proposta della casa del Tridente dovrebbe essere disponibile presso i concessionari britannici in febbraio, a un prezzo che dovrebbe essere di 9.300 euro (circa 18 milioni di lire), un altro dato da top di categoria.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE