Vectrix Maxi scooter elettrico – Long Test Ride

Verdi sospiri con il primo maxi-scooter elettrico

Vectrix Electric Maxi-Scooter – Test Ride
No consumptions, no emissions, ecological,…and even convenient!

Rome – An electric engine for two wheels: is it another ecological prompt of making a vehicle with a maximum speed of 30 km/h, and with an “original” design?
No, it is not. Vectrix is exactly the opposite, except only for its ecological feature.

Modern and contemporary shapes, maxi-scooter dimensions, great performances similar to a 400 cc model, in addition with zero emissions and no fuel.
Is this a dream? Well it is a dream that now comes true, as this is the first time a motorcycle manufacturer introduces such a kind of moto, with an electric engine but at the same time with similar, or even equal performances to that of a traditional gas engine.

Vectrix Corporation
After ten years in the making, this new Vectrix Scooter is now is now expected to be unveiled.

Vectrix Corporation was founded in 1996, and it has always worked to develop and sell vehicles with no pollutant emissions. Vectrix ‘s aim is that of offering a new range of two wheels vehicles as an alternative to the traditional ones, but still maintaining a high level of quality and power. The result of all this years of projecting is now approaching, as the first European ecological maxi scooter is evetually coming.

A Nichel hearth
Let’s start describing this new motorcyicle. Firstly, this maxi-scooter is simply named Vectrix, with no references to the specific model, so we will call it simply Maxi-scooter.
But let’s now going on with a first look at its design.
Has we have laready said at the beginning of our text, the shape is modern and contemporary, with a great aerodynamcis and a pleasant mix between soft and sharper shapes. Obviousely, the versin we are testing is still a prototype, that is why many detailings are not refined yet. Anyway changements won’t be so clear, so the present levery is said to be confirmed.
Therefore, if we look at design, Maxi-scooter Vectrix is really nice also in comparison with its gas “powered” competitors, but the real surprises, as a result of a ten-year old project, are all under the bodywork.
The new Scooter is powered by an innovative Brushless electric engine, created uniquely for Vectrix from a Parker Hannifin team.
Its aim is that of changing the electric energy produced from the battery pack into mechanical energy.
This energy is sent to the post wheel, through an epicyclic gear box which rolls opposite to the wheel, reducing straightening.
Power is developed from a Nickel Metal Hydride battery pack of 30 Ah and 125 Volt, with a capacity of 3.7 kWh, which takes about two hours to charge and is designed for 1700 cycles – each charge will get you about 68 miles before needing to power up again.

DAaRT
This is for sure one of the most interesting features of this scooter: DAaRT is a new acceleration/deceleration control system.
The acceleration knop is bidirectional: in its traditional use it accelerates, while, when pushed in the opposite direction, it is suppored by a particular braking system to decelerate Maxi-scooter.
This system is not difficult, as you can soon get a sure control of it after few meters.

On the other hand, Vectrix thought also to more traditional customers, as it equipped its Maxi-scooter with a great braking system.

400 cc performances
Let’s talk now about this Vectrix Maxi-scooter’s strong point: performances. In spite of what electric motorcycles are said to be, this scooter offers really great performances. Vectrix can go from 0 to 50 Km in only 3.6 seconds, and from 30 km/h it seems to be turbo charged, as it offers a great oush even on hard slopes. During our test, we could ride the Maxi-scooter on slopes with no traffic, and Vectrix showed to be particularly aggressive, over all thanks to its structure and to its DaaRT system.
Moreover, Vectrix’s fuel tank capacity is 110 Km at 40 Km/h, over all thanks to an engine control system and to the Nickel Metal Hydride battery pack. We can not help remarking that we have riden Vectrix fr more than two hours, with many accelerations even on slopes: at the end of our test, Maxi-scooter ahd a half charge.
Vectrix Maxi scooter elettrico. Come cambiano i tempi…Tutti invochiamo a gran voce, dei cambiamenti in grado di migliorare la nostra vita. Ecologia, ambiente, mobilità sostenibile, sono solo alcuni dei termini che entrano come un fiume in piena nelle nostre menti. Ora, questi verdi sospiri, hanno finalmente un nome ed un volto anche per le due ruote. Vectrix, il primo ed attualmente unico maxi-scooter elettrico, entra nei garage di Infomotori.com.
Linee moderne, ma contemporanee, dimensioni da maxi scooter, prestazioni paragonabili a quelle di un modello da 400 cc ed il tutto con emissioni zero e soprattutto senza benzina.
Un sogno? Per certi versi sì, o almeno per quel che riguarda le due ruote. Fino ad ora infatti, nessuna Casa aveva mai presentato un prodotto di questo tipo: elettrico, ma dalle prestazioni vicine, od addirittura uguali, a quelle di uno scooter con motore a scoppio.
Preso atto di ciò, perchè nelle città non vediamo solo ed esclusivamente questo scooter? Questa è una domanda che quasi non ci fa dormire la notte!

Cuore al Nichel
La linea è moderna e contemporanea, con un attento studio dell’aerodinamica e con una felice convivenza di tratti decisi e curve morbide.
Se da un punto di vista estetico il Maxi-scooter Vectrix non sfigura affatto se affiancato ai “cugini” a scoppio, è sotto l’abito in plastica che si nascondono i frutti di dieci anni di lavoro e di circa 65.000.000 di dollari investiti.
Cuore pulsante del nuovo scooter elettrico, è un innovativo motore elettrico di tipo Brushless – ovvero senza spazzole – a magneti permanenti, realizzato in esclusiva per Vectrix da una divisione della Parker Hannifin.
Il suo scopo è quello di convertire l’energia elettrica prodotta dal pacco batterie in energia meccanica. Tale energia viene invita alla ruota posteriore tramite una scatola ingranaggi con ruotismo epicicloidale che ruota in senso opposto alla ruota riducendone sensibilmente l’effetto giroscopico.
La potenza viene offerta da un pacco batterie a nichel idruri metallici da 30 Ah e 125 Volt, con una capacità di 3.7 kWh ed è progettato per durare fino a 1700 cicli completi di scarica e ricarica.
Il pacco batterie è stato posizionato nella parte centrale inferiore dello scooter – in concomitanza del classico tunnel centrale per intenderci -, una scelta che consente una sensibile concentrazione delle masse sul baricentro a tutto vantaggio della stabilità e della qualità di guida.

DAaRT
Uno degli aspetti più interessanti di questo scooter, è senza ombra di dubbio questo DAaRT : un sistema brevettato di accelerazione/decelerazione a recupero energetico.
La manopola dell’acceleratore è infatti bi-direzionale: nell’uso tradizionale accelera, mentre, se spinto nella direzione opposta, attiva un sistema di frenata che decelera il Maxi-scooter uniformemente come un freno motore.
Il sistema sembra ostico, ma bastano pochi metri per diventarne perfettamente padroni ed il freno tradizionale diventa un lontano ricordo. In caso di mezzo fermo, ruotando in avanti la manopola, il Maxi-scooter Vectrix, inserisce la retro!
Tale sistema si fa molto apprezzare in fase di curva, dove si può gestire appieno l’erogazione del motore elettrico anche in piena manovra senza incorrere in spiacevoli inconvenienti non escludibili con l’utilizzo dei freni tradizionali.
Per gli amanti delle tradizioni però, Vectrix ha allestito il proprio scooter con un impianto frenante di tutto rispetto, composto da una coppia di pinze Brembo.

Prestazioni da 400 cc.
Veniamo ora all’aspetto più diretto di questo Vectrix Maxi-scooter: le prestazioni. A dispetto di quello che si dice sui mezzi a due ruote elettrici, questo scooter offre prestazioni assolutamente di rispetto. Lo spunto al semaforo è molto buono, con un 0-50 km/h in soli 3.6 secondi, ma il meglio viene nell’allungo: Vectrix, dai 30 km/h in poi, sembra inserire il turbo, garantendo una notevole spinta anche in presenza di salite impegnative. Durante i numerosi test, Vectrix si è sempre dimostrato all’altezza, ottimamente coadiuvato da una ciclistica raffinata che ha consentito di sfruttarne al massimo tutte le doti; primo fra tutti il sistema DAaRT.
Altra nota dolente di questa tipologia di mezzi a due ruote, è senza ombra di dubbio l’autonomia. Vectrix, grazie ad una sofisticata centralina di controllo del motore ed al pacco batterie di ultima generazione, garantisce un’autonomia di 110 km a 40 km/h che si tramutano in circa 80 per utilizzo “tradizionale”. Se, per ciò che riguarda i grossi centri, Vectrix può accusare un po’ il colpo delle lunghe distanze, è nelle città di medie dimensioni che raggiunge il suo massimo utilizzo. In una settimana è stato sufficiente caricarlo due volte per poterlo sfruttare al massimo senza alcun patema d’animo sull’autonomia.
Ad ogni modo, per una carica completa sono sufficienti dalle due alle tre ore, per una spesa complessiva di soli 0.40 euro.

Quanto costa?
Il prezzo del MAXI-Scooter Vectrix è 10.575,00 euro. Vectrix propone inoltre l’acquisto di un pacchetto di mobilità, chiamato Plug&Go, al prezzo di 2.000,00 euro, che comprende: 4 anni di garanzia integrale, di assicurazione RC + furto e incendio, di manutenzione programmata e di assistenza stradale completa. Tale pacchetto può essere interamente finanziato assieme al costo del MAXI-Scooter con delle formule agevolate personalizzabili. Ad esempio: zero anticipo + 48 rate da 276,00 euro con prima rata a sei mesi dall’acquisto. Oppure: 5.275,00 euro di anticipo + 48 rate mensili da 149,00 euro. Altrimenti zero anticipo + 36 rate da 154,00 euro + 7.200,00 euro di rata finale (completamente rifinanziabili per altri 2 anni); in questo caso la durata del pacchetto Plug&Go è ridotta a 3 anni.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE