NUOVA
USATA
OPEL

Infosport: Ducati SBK 2005

Per confermarsi campioni

La diciottesima stagione del Campionato Mondiale Superbike è ai nastri di partenza e ancora una volta il team Ducati Corse si presenta come la squadra da battere. Nel 2003 e nel 2004 la coppia di piloti ufficiali ha fatto l’en plein di vittorie nel massimo campionato per le moto derivate di serie, piazzandosi al primo e secondo posto della classifica finale. Oltre al successo travolgente delle ultime due stagioni, il palmares Ducati nel Mondiale Superbike, dalla sua creazione nel 1988, è davvero impressionante: 11 titoli Piloti, 13 titoli Costruttori e più vittorie di tutte le altre Case costruttrici messe insieme. Questo biglietto da visita conferma che la categoria Superbike continua e continuerà a rappresentare una parte importante nella storia della Casa di Borgo Panigale.
La squadra da battere Squadra vincente non si cambia, infatti per quest’anno la formazione del Team rimane invariato. Dopo la vittoria nel 2004 il 24enne inglese James Toseland è ora l’uomo da battere, il pilota nel mirino di tutti, a cominciare dal compagno di squadra Regis Laconi, che avrà un’altra occasione per diventare il primo pilota francese a vincere il titolo dai tempi del leggendario Raymond Roche.
Il direttore del Ducati Xerox Team Paolo Ciabatti spiega: “Nel 2005 parteciperemo al Mondiale Superbike con una squadra altamente competitiva, come è nostra tradizione. Ci fa enormemente piacere correre anche quest’anno con il numero 1 sul cupolino di una Ducati ufficiale. James Toseland e Regis Laconi sono attualmente due dei piloti più forti ed entrambi sono molto motivati e decisi a ripetere il successo dello scorso anno.
“Durante i test invernali hanno entrambi dimostrato di aver già raggiunto un ottimo affiatamento con la nuova versione della 999 Factory e sono quindi fiduciosi in vista della nuova stagione.
Grazie al ritorno dei rivali giapponesi e all’arrivo di alcuni piloti di spicco provenienti da altri campionati, il Mondiale Superbike si preannuncia altamente competitivo, come spiega Claudio Domenicali, amministratore delegato Ducati Corse. “Il Campionato Mondiale Superbike è sempre stato tra le priorità di Ducati, come abbiamo dimostrato anche negli anni più difficili. Siamo contenti che i nostri tradizionali rivali siano tornati a gareggiare nel campionato perché ci offre la possibilità di competere con i nostri migliori prodotti contro una concorrenza mondiale agguerrita in un campionato davvero equilibrato.
“Le competizioni sono parte del DNA di Ducati e il Mondiale Superbike è essenziale per lo sviluppo e l’evoluzione delle nostre moto stradali. Quando corriamo e vinciamo, sappiamo bene che quello che sperimentiamo in gara troverà una successiva applicazione sulle moto della intera gamma di produzione Ducati”.
“E’ con grande piacere do il benvenuto al nuovo partner Xerox, che diventa così il nostro Title Sponsor. Xerox e Ducati sono entrambe leader nei loro rispettivi settori ed entrambe sono aziende di successo conosciute a livello mondiale. Siamo convinti che il nuovo Ducati Xerox Team sarà la squadra da battere anche la prossima stagione”.
Novità tecniche Per affrontare questa nuova sfida gli ingegneri Ducati Corse hanno apportato una serie di modifiche alla 999 Factory, riguardanti il motore, l’aerodinamica, il telaio e l’elettronica, come spiega il Direttore Tecnico Superbike, Ernesto Marinelli. “Al fine di innalzare il regime massimo di rotazione, sono state apportate modifiche all’albero motore, alle bielle e ai pistoni. E’ stato aggiunto il motorino di avviamento e sono stati sviluppati in collaborazione con Shell un nuovo tipo di benzina e olio. L’insieme di queste modifiche ha prodotto un incremento di 5 cv rispetto alla versione Testastretta del 2004.
“Per quanto riguarda l’aerodinamica, è stato sviluppato in galleria del vento per la 999 F05 un nuovo vetro cupolino, che offre una maggior protezione del pilota e un migliore Cx.
La forcella anteriore del telaio è la nuova Öhlins TT25 42mm pressurizzata. Il sostanziale vantaggio di questa forcella consiste nel poter separare lo smorzamento idraulico delle basse e delle alte velocità, offre inoltre un maggior bilanciamento delle pressioni interne. E’ stato introdotto un nuovo serbatoio costruito in alluminio, che permette di alloggiare tutta la parte elettronica che nell’F04 era nel cupolino in una zona appena dietro al cannotto, permettendo una miglior distribuzione delle masse. La scatola sfiato olio non è più parte integrante del serbatoio ma è posizionata sul lato destro della moto.
“L’elettronica è il settore che ha subito maggiori cambiamenti. La 999 F05 è equipaggiata con la centralina Magneti Marelli Marvel 4, utilizzata anche sulla Desmosedici, tutto il cablaggio è stato riprogettato e il layout modificato. Sono state introdotte due nuove strategie di controllo motore, la prima interessa il freno motore e la seconda è volta a garantire una erogazione più lineare del motore nelle prime aperture. In particolare, il freno motore è gestito da un piccolo motorino elettrico che corregge l’apertura della farfalla di minimo in funzione del freno motore richiesto. Questo sistema si somma alla normale frizione antisaltellamento. L’erogazione motore a basse aperture viene corretta riducendo l’anticipo di accessione”.
Un nuovo sponsor Novità di rilievo anche sul fronte del main sponsor, dal momento che partner di Ducati in questa nuova ed affascinante avventura è Xerox. L’azienda multinazionale, leader nel settore di tecnologie e prodotti per l’ufficio, ha deciso di legare il proprio nome alla squadra vincitrice del Mondiale. Dopo un primo approccio al campionato nel 2004 insieme alla squadra satellite Ducati NCR di Stefano Caracchi, le intenzioni di Xerox per il 2005 sono chiare: arrivare al vertice del Mondiale Superbike con il team più blasonato e vittorioso.
“Siamo consapevoli che quello che ci attende sarà un anno impegnativo. Siamo però sicuri che con i nostri due piloti, con la nuova versione della 999 Factory, insieme a Xerox e con il supporto tecnico di Shell e di tutti gli altri nostri sponsor e partner, Ducati si confermerà tra i sicuri protagonisti del campionato”.

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60

mobile ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

mobile ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

mobile ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
ARTICOLI CORRELATI