USATA
cerca auto nuove
NUOVA

John Elkann

Con John Elkann, nominato presidente di Fiat Group lo scorso 20 aprile, la famiglia e lo stile Agnelli tornano a capo del più importante gruppo industriale italiano.

John Elkann, neo presidente di Fiat Group, raccoglie il timone dalle mani del traghettatore Luca Cordero di Montezemolo e riporta a capo del gruppo un componente della famiglia Agnelli.
John Jacob Philip Elkann, o piu’ semplicemente Jaki, classe ’76, è il vero erede dell’Avvocato, dal quale è stato cresciuto e formato per succedergli a capo del più importante gruppo industriale italiano.
È già un segno quando a  soli 22 anni, esattamente come il nonno, entra a lavorare in Fiat e  durante gli anni dell’università intraprende un vero e proprio apprendistato in tutte le aree industriale, dalla catena di montaggio, agli uffici del marketing, alle vendite in Gran Bretagna, Polonia e Francia.
Nel 2000 si laurea in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino e nel 2001 inizia la sua carriera da top manager. Nel 2004, dopo la morte dello zio Umberto e con il piano di rilancio del gruppo, assume la Vice Presidenza di Fiat Group di cui è Consigliere già dal 1997.
Jaki è la giusta commistione dei caratteri del nonno e di sua madre Margherita: pacato e rigoroso, serio e competente, si presenta come un’immagine positiva nell’agguerrito mondo dell’alta finanza.
Marito di Lavinia Borromeo, sposata nel 2004 nell’incantevole cornice delle isole Borromee sul lago Maggiore, è padre di Leone (2006) e di Oceano (2007).
Non avvezzo alla mondanità vive con un elegante riservo che trascende solo allo stadio, quando, juventino doc, si lascia andare nel tifo per la Vecchia Signora.
Con la nomina a presidente di Fiat Group, non solo la famiglia Agnelli torna a capo del gruppo, ma torna anche lo “stile Agnelli” che ha reso l’Avvocato una figura iconica nel panorama finanziario internazionale.

TUTTO SU Fiat
Articoli più letti
RUOTE IN RETE