USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Renault e Plug Power presentano Master Van H2-Tech idrogeno

Renault Master Van H2-Tech ha un sistema di ricarica sicuro e molto rapido. Un "pieno" si effettua cinque minuiti e permette di avere un'autonomia di circa 500 km

Hyvia, l’azienda nata dalla collaborazione di Gruppo Renault e da Plug Power, leader mondiale di soluzioni chiavi in mano basate sull’idrogeno e sulle celle a combustibile, ha presentato Renault Master Van H2-Tech, il prototipo che vedrà la luce in occasione di Hyvolution, l’evento in programma a Parigi il 27 e il 28 ottobre e che dovrebbe essere disponibile nel 2022.

Renault Master Van H2-Tech: le caratteristiche

Renault Master Van H2-Tech si caratterizza per il fatto di avere un motore a zero emissioni, ma soprattutto tempi di ricarica molto brevi rispetto ad altri modelli elettrici. Il furgone, penato per il trasporto merci, ha un volume di carico pari a 12 mq è dotato di un sistema propulsivo a cella di combustibile che eroga 30 kW, collegato ad una batteria da 33 kWh e alimentato da serbatoi per una capacità totale di 6 kg di idrogeno. Grazie a questo sistema, il Van H2-Tech diventa il compagno ideale non solo per i tratti brevi ma anche per quelli lunghi: la sua autonomia, infatti, sale a ben 500 km, agevolando così il lavoro di imprese e aziende. Tra i vantaggi c’è, appunto, quello della rapidità di ricarica. Il “pieno” si fa in pratica in cinque minuti, come per un veicolo tradizionale. La Stazione di Ricarica a Idrogeno HYVIA ha un funzionamento molto semplice: l’idrogeno sarà ottenuto sul posto per elettrolisi dell’acqua oppure alimentato da rimorchio, il sistema comprime l’idrogeno per lo stoccaggio, prima di rifornire il veicolo. Le Stazioni di Ricarica a Idrogeno saranno disponibili per la vendita o a noleggio.

Master Van H2-Tech sarà prodotto in Francia, nello stabilimento di Batilly, mentre l’integrazione del sistema elettrico e dell’idrogeno è realizzata da PVI, filiale del Gruppo Renault, a Gretz-Armainvilliers. A sua volta il motore elettrico è prodotto nello stabilimento di Cléon, mentre le attività di assemblaggio delle celle a combustibile inizieranno entro fine anno nello stabilimento di Flins. I serbatoi di idrogeno saranno forniti da uno stabilimento francese di Faurecia. “Sono orgoglioso di svelare i nostri primi prototipi a idrogeno. Hyvia propone soluzioni di mobilità a idrogeno per un’offerta su misura per i nostri clienti e rispondere alle sfide della mobilità. Hyvia potrà estendere tutto il suo ecosistema nei territori e nelle flotte professionali per la decarbonizzazione della mobilità“, ha dichiarato David Holderbach, Ceo di Hyvia.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE