Alcoltest, possibile chiedere la verifica dell’etilometro

Se si viene sottoposti all'alcol test, è bene sapere che l'etilometro è un dispositivo soggetto a controlli periodici e che, in caso lo si ritenga opportuno, si può chiederne la verifica.

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della sentenza di un Giudice di Pace della Provincia di Bologna che raccontava come il sistema Tutor possa essere vittima di un margine di errore da considerare fino al 15%. Oggi siamo alle prese con un tema molto simile, ma con protagonista uno dei sistemi elettronici di controllo più temuto dagli automobilisti: l’etilometro.

Un timbro svela tutto
In questo caso però non parliamo di margine d’errore, ma ci voliamo davvero molto vicino. Le attrezzature in dotazione alle forze dell’ordine per misurare i limiti del tasso alcolico degli automobilisti – vanno infatti sottoposti a misure di manutenzione e taratura periodica. L’avvenuto check dell’etilometro in questione è quindi testimoniato tramite un apposito timbro posto nella documentazione che accompagna l’equipaggiamento di verifica.

Etilometro da tarare periodicamente
E la novità arriva proprio da qui. Tutto nasce in base ad una circolare emessa dal Ministero dell’interno e inviata a tutte le Prefetture italiane, ma anche ai Commissariati, alle Questure e alle forze dell’ordine che si occupano delle funzioni di controllo stradale. Il succo è molto semplice e consente agli automobilisti fermati per canonico controllo dei valori alcolemici tramite etilometro di richiedere agli agenti di verificare lo stato di manutenzione dell’attrezzatura utilizzata.

Un diritto sancito
Una comunicazione quantomai necessaria in quanto è stato dimostrato come una tardiva taratura del sistema etilometro potrebbe fallare il risultato ottenuto, con conseguenze facilmente immaginabili. Diventa quindi un diritto sancito per Legge la possibilità dei fermati di chiedere in visione la documentazione relativa all’etilometro – richiesta appoggiata dal Ministero che a tal proposito parla proprio di “ossequio al principio di trasparenza dell’azione amministrativa”.

ARTICOLI CORRELATI