Come capire se un’auto è omologata Euro 5 o Euro 6

Come capire se la propria auto è Euro 5 o Euro 6? Il quesito è importante, visti i continui blocchi e le limitazioni al traffico che potrebbero farci incappare in una multa salata.

Chi compra un’auto nuova solitamente è informato, ma chi invece è alle prese con l’acquisto di una vettura usata dovrebbe per prima cosa aver ben chiaro se sta portando in garage un’auto Euro 5 o Euro 6. E’ infatti cronaca di questi giorni la situazione meteorologica che ha favorito il depositarsi nell’aria di particelle inquinanti – con conseguenti blocchi del traffico ordinati dalla gran parte dei comuni del nord Italia per fronteggiare l’emergenza smog.

Avere quindi un’automobile Euro o Euro 6 può fare la differenza – con le prime che sempre più spesso vengono costrette a fermarsi dalle ordinanze locali e le seconde a cui meritatamente è concessa la libera circolazione. Una limitazione che per gli automobilisti pizzicati con “l’auto sbagliata” rischia di costare parecchio in termini di contravvenzione, a partire da 164 Euro. Senza entrare nel merito del fatto che purtroppo sono i comuni stessi a far confusione con ordinanze dai toni spesso bislacchi – proviamo quindi, almeno noi – a far chiarezza sul come interpretare la carta di circolazione della nostra auto – di fatto l’unico modo che abbiamo per capire il tipo di omologazione ambientale.

Il primo aspetto che aiuta a confondere le idee sta nelle sigle che potremmo trovare sul libretto dell’auto. Scordatevi una chiara e limpida dicitura Euro 3, 4, 5, o 6 – ma spazio ad una miriade di possibili e ingannevoli serie di codici, almeno per quanto riguarda i libretti di vecchia generazione. Iniziamo proprio da questi ultimi – per i quali il tipo di omologazione è fissato nel riquadro 2.

Numeri sui vecchi libretti di circolazione
Queste le sigle che ci fanno capire che siamo a bordo di un’auto rispettosa della
normativa Euro 5:
2005/55/CE B2 – 2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 –
2006/51/CE rif. 2005/55/CE B2 (ecol. migliorato) oppure Riga C -1999/96/CE fase III
oppure Riga B2 o C
2001/27/CE Rif. 1999/96 Riga B2 oppure Riga C – 2005/78/CE Rif 2005/55 CE Riga B2
oppure riga C
2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga B2
2006/81 CE rif. 2005/55 CE riga C (ecol. migliorato)
715/2007*692/2008 (Euro 5 A)
715/2007*692/2008 (Euro 5 B)
2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2
2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (ecol. migliorato)
2008/74/CE rif. 2005/55/CE riga B2 (con disp. anti-particolato).
Questi relativi alla normativa Euro 6:
715/2007*692/2008 (Euro 6 A)
715/2007*692/2008 (Euro 6 B)

E col nuovo libretto?
Sui nuovi libretti di circolazione in formato foglio A4 capire se abbiamo a che fare con un’omologazione Euro 3, 4 o 6 è decisamente più semplice e intuitivo e basta dare un’occhiata alla voce contraddistinta dal paragrafo V.9 che ne riporta per esteso la specifica Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5 o 6.

ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE