USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Tra strada e piste ciclabili: le regole per una pedalata in sicurezza

Il numero di persone che scelgono la bici come mezzo di trasporto o per fare sport aumenta sempre di più. Le regole per pedalare in sicurezza sono poche e semplici. Le abbiamo riassunte qui

Bici che passione! Le due ruote a pedali sono sempre state tra gli hobby preferiti degli italiani. Di più, la bicicletta fa parte delle nostra cultura, viene usata come mezzo di spostamento ma sempre più spesso anche di svago, grazie anche alla continua evoluzione che sta alla base di questo mondo. Col passare del tempo aumentano anche i ciclo-amatori ed è quindi bene ripassare qualche regola,  in questo momento in cui strade e piste ciclabili verranno prese d’assalto.

Pedalare in sicurezza: le semplici regole da seguire

In Italia ci si lamenta spesso della scarsa qualità delle strade e dalle poche piste ciclabili presenti nelle nostre città. È tutto vero, si può e si deve fare di più, anche seguendo l’esempio di molto altri paesi europei e non, ma è un dato indiscutibile che siamo noi biker i primi responsabili della nostra stessa sicurezza. Vediamo qualche regola sempre utile, da applicare sia che si utilizzi la bicicletta per andare al lavoro, fare la spesa o dello sport. La prima cosa da fare è controllare la propria attrezzatura: il mezzo meccanico con cui ci muoviamo. Non serve avere una bici da professionista, ma serve prendersene cura, controllarne le parti meccaniche e fare la giusta manutenzione. L’abbigliamento è altrettanto importante, così come indossare un buon casco.

Le cuffie per ascoltare musica sono assolutamente vietate, ci distraggono e dubito che dietro di noi ci sia l’ammiraglia a scandirci il passo. Spesso i ciclisti vengono tacciati di non rispettare il codice della strada: ricordiamoci che stop, semafori e segnaletica valgono per tutti (e dove potete scegliete le ciclabili). Inoltre, non andiamo contromano e prima di una svolta segnaliamo dove ci stiamo dirigendo. Quale automobilista non si infastidisce a vedere i ciclisti procedere in “gruppo”? Il codice della strada prevede che si proceda in fila indiana, tranne nel caso in cui ci sia un minore di 10 anni che deve stare alla destra dell’adulto. Anche farci trainare dagli animali domestici è vietato: sembra strano ricordarlo, ma repetita iuvant. Ora tutti in sella, con un po’ di sale in zucca.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE