Telepass ricaricabile: cos’è e come funziona

Attualmente attivo solo in Campania e in Sicilia, il Telepass ricaricabile permette di pagare il casello autostradale in modo più semplice rispetto al dispositivo tradizionale

Siete stanchi di fare la fila quando dovete uscire dall’autostrada e dovete pagare il casello con le macchine automatiche? Magari perdendo tempo a cercare i soldi nel portafoglio che, puntualmente, vi cadono per terra quando li recuperate dallo sportellino del resto? Allora il Telepass è quello che fa per voi… Come? Non volete sottoscrivere l’abbonamento per avere la scatolina da installare sul parabrezza? Nessun problema, perchè l’azienda italiana ha pensato anche a questo: si chiama Telepass ricaricabile ed è una soluzione alternativa che non prevede canone, non richiede conto corrente e funziona in modo analogo alle SIM degli smartphone, che vanno ricaricati quando il credito è terminato.

TELEPASS RICARICABILE: COME FUNZIONA

Prodotto da Autostrade per l’Italia, il Telepass ricaricabile è uno strumento pratico e veloce che consente di pagare il casello autostradale utilizzando le porte dedicate per gli utenti Telepass, sia in entrata che in uscita. Rispetto alla soluzione tradizionale non richiede alcun abbonamento, ma viene ricaricato solo quando serve e consente di tener monitorati i costi grazie alla visualizzazione sul display dell’importo del pedaggio.

La sua installazione è estremamente semplice, dal momento che basta fissarlo sul parabrezza della vostra macchina… e il gioco è fatto! Questo strumento è utilizzabile esclusivamente su veicoli a due assi (classi A e B di pedaggio) e su tutte le moto con cilindrata superiore a 150cc abilitate per la circolazione autostradale. L’unico svantaggio? Che al momento è attivo solamente in Campania e in Sicilia: per la precisione sulla Tangenziale di Napoli, sulla Napoli-Pompei-Salerno (A3) e nelle stazioni di Caserta Sud (A1) e di Pomigliano d’Arco (A16), ma anche sulla Messina-Palermo (A20) e sulla Messina-Catania (A18).

TELEPASS RICARICABILE: DOVE SI ACQUISTA

Il Telepass ricaricabile è acquistabile al prezzo di Euro 49,90 presso alcune Aree di Servizio delle tratte siciliane riportate sopra e in alcuni Punti Blu per quanto riguarda la regione Campania, mentre è disponibile in Sicilia presso il negozio di Elettrodomestici SMIROLDO, situato a Santa Teresa di Riva in provincia di Messina. Per l’elenco completo seguite questo link.

TELEPASS RICARICABILE: COME SI ATTIVA

Per utilizzare ciò che è offerto da Telepass ricaricabile bisogna effettuare due operazioni preliminari: l’adesione al servizio con la compilazione del modulo di adesione fornito con questo dispositivo e la prima ricarica necessaria per il pagamento dei caselli autostradali. L’adesione al servizio viene effettuata presso un Punto Blu abilitato oppure tramite Posta.

La differenza? Nei Punti Blu la decorrenza di utilizzo del Telepass ricaricabile è immediata, mentre in Posta dovrà avvenire la registrazione del modulo sopracitato da parte di Autostrade per l’Italia. Occorreranno indicativamente dieci giorni per completare questa procedura, ma sarà possibile utilizzare da subito questo dispositivo usufruendo di un’adesione provvisoria, da effettuare per telefono all’840.043.043.

Chi la richiederà dovrà comunque far pervenire il modulo di adesione ad Autostrade per l’Italia entro 15 giorni, pena la sospensione immediata del servizio. In seguito si passa al secondo step, la prima ricarica: va effettuata presso i Punti Blu abilitati, ma anche nei bar, tabacchi e punti vendita Sisalpay delle provincie di Napoli, Caserta, Salerno, Messina, Palermo e Catania. I tagli sono da 25, 50 e 75 Euro, soggetti a 1 Euro di commissione per ogni 24 Euro di ricarica effettuata presso gli esercizi Sisalpay.

SERVIZI AGGIUNTIVI DEL TELEPASS RICARICABILE

Presso i Punti Blu abilitati, inoltre, sarà possibile gestire in maniera autonoma i propri dati, effettuando l’accesso alla propria Area Riservata dove si potrà aggiornare le targhe dei veicoli associati al proprio Telepass ricaricabile (massimo due), visualizzare i transiti effettuati presso i caselli autostradali, verificare il saldo disponibile e molto altro.

Questo è possibile richiedendo il Codice ID, necessario per registrarsi all’Area Riservata ed usufruire di tutti i servizi offerti. La procedura è effettuabile anche tramite Posta, inviando il numero del contratto stipulato e l’identificativo del Telepass ricaricabile insieme alla fotocopia del proprio documento d’identità.

ARTICOLI CORRELATI