Aprilia Sportcity 250 i.e. – Long Test

english version

Here are the photos of the Aprilia Sportcity 250 i.e.

Aprilia Sportcity 250 i.e.. Dopo un primo fugace, ma intenso, rendez vous in quel di Milano, Aprilia Sportcity 250 raggiunge la redazione di Infomotori.com. In quel primo incontro, lo scooter di Noale a ruote alte ci aveva piacevolmente colpito, farà lo stesso fra le strade che conosciamo come le nostre tasche e dove quindi possiamo vedere di che pasta realmente è fatto? Non ci resta che andarlo a scoprire!
Vizio di famiglia Come avevamo già detto nella prima occasione, la base di partenza per questo Aprilia Sportcity era già di per sé molto buona. Le doti dinamiche della famiglia Sportcity dimostravano delle qualità molto elevate ed ora, che si arriva al “dueemmezzo” ad iniezione elettronica, non può che andare meglio. Così è infatti: Aprilia Sportcity 250 i.e. conferma le doti di famiglia: sia grazie alle finiture molto curate, che ad una ciclistica leggermente rivista per meglio governare la nuova potenza. Dal punto di vista estetico, ben si apprezza il nuovo cruscotto con la ghiera verniciata, a cui va ad aggiungersi la sella bicolore ed i paracolpi laterali cromati. Il muso di Aprilia Sportcity 250 i.e., ammicca alla sportività grazie alle due bocche romboidali di raffreddamento sovrastate dal cupolino scuro molto racing. Il gruppo ottico riporta alla mente quello della sportivissima Aprilia RSV 1000 e, anche se le emozioni sono nettamente ed ovviamente differenti, Aprilia Sportcity 250 i.e.si fa forza, almeno dal punto di vista estetico, di questa importante parentela.
In sella A spingere e trasportare le nostre emozioni, ci pensa il performante monocilindrico 4 tempi euro 3 da 244 cc e 22,5 cavalli, in grado di offrire una coppia massima di 21 Nm a 6250 giri ed una velocità di punta di 128 km/h. Il peso di soli 148 kg – distribuiti per il 42% all’anteriore e 58% al posteriore -, consente un rapporto peso/potenza molto vantaggioso – 6.58 – che assicura uno spunto brillante tale da raggiungere i 200 metri, partendo da fermo, in soli 11”. Aprilia Sportcity 250 i.e. sembra esser stato concepito espressamente per la guida in città. Ruote alte, interasse corto ed una ciclistica raffinata, ne fanno uno scooter molto agile nelle manovre, sia da fermo – 148 kg non sono certo tanti – che nel traffico di punta. La vivace ripresa di cui è fornito consente un ottimo spunto nelle partenze da fermo, garantendo anche un’elevata prontezza in fase di sorpasso.

Aprilia Sportcity 250 i.e. si comporta egregiamente anche sulle strade di collina, dove è possibile apprezzare al meglio l’ottima ciclistica e l’altrettanto lodevole impianto frenante, capace di offrire un’elevata sicurezza anche nella guida sportiva. Il telaio, realizzato in tubi d’acciaio altoresistenziale, raggiunge una rigidità torsionale molto elevata, a tal punto che consente la rinuncia al tunnel centrale, andandolo a sostituire con una comoda e spaziosa pedana piatta. L’impianto frenante si compone all’anteriore, di un doppio freno da 260 mm, in grado di garantire spazi d’arresto molto contenuti, dell’ordine di 10 metri da 50 km/h e 32 metri da 90 km/h: valori decisamente interessanti e molto importanti per un mezzo che percorre principalmente strade cittadine trafficate.
La posizione in sella è molto comoda, anche grazie ad una buona distanza tra seduta e manubrio che non affatica schiena e braccia, “costringendo” ad una corretta postura. L’altezza di 780 mm da terra consente poi un sicuro appoggio al suolo, anche ai meno baciati in fronte dalla Dea altezza. Il passeggero, pur viste le ridotte dimensioni dello scooter, dispone di un buono spazio e le maniglie posteriori garantiscono una presa sicura e comoda. Piccolo neo sono le pedane: poste in posizione troppo avanzata, creano qualche intralcio nell’appoggio a terra dei piedi del guidatore, spesso e volentieri costretto a portare in avanti le gambe per non “sbattere” sui piedi del compagno di viaggio.
Le sospensioni lavorano molto bene sia nella guida solitaria che in quella accompagnata, anche se – per entrambi i casi – un settaggio leggermente più rigido avrebbe reso ancor più piacevole la guida sportiva, penalizzando però quella di tutti i giorni. A dar manforte concorrono poi i cerchi da 15” che “vestono” pneumatici molto generosi e con la spalla bella alta (120/70 all’anteriore e 130/80 al posteriore), che aiutano, e non poco, le sospensioni nel gravoso compito di assecondare tutte le asperità del terreno.

Il comportamento in curva è molto buono. L’anteriore tende leggermente a chiudere, ma ciò – una volta preso atto – aiuta a ridurre il raggio di sterzata agevolando la guida alle velocità sostenute. Se in città Aprilia Sportcity 250 i.e. piace per la sua prontezza e rapidità, tra le colline certo non è da meno. Nelle percorrenze in salita, il monocilindrico quattro tempi tira che è un piacere. A metà curva basta dare “manico” e Aprilia Sportcity 250 i.e. risponde pronto offrendo uno spunto veramente notevole. Una volta arrivati in cima bisogna anche scendere ed il doppio freno a disco anteriore consente di divertirsi molto ed in piena sicurezza.
Ottima strumentazione Aprilia Sportcity 250 i.e. si avvale di una strumentazione molto piacevole nell’impostazione stilistica e di facile lettura. Le funzioni del pratico display digitale si possono comandare direttamente dal manubrio tramite un comodo selettore, che riduce drasticamente la ricerca di pulsanti e pulsantini durante la guida. Molto intelligente il posizionamento delle bocchette d’uscita dell’aria calda dallo scudo: chi utilizzerà lo Sportcity d’inverno, munendosi della classica copertina, potrà godere di un “mini impianto” di riscaldamento. Problema contrario d’estate, ma la cosa non è certamente insopportabile. In tema di versatilità, Aprilia non dimentica certamente la presa 12 V posta nel piccolo vano dietro lo scudo, così come fa parte della dotazione di serie il vano sottosella, in grado di contenere un casco Jet a visiera lunga.
Aprilia Sportcity 250 i.e. Alla fine del Long Test, non possiamo che essere soddisfatti dell’ultima creatura marchiata Aprilia. Nell’era in cui i così detti “scooteroni” fanno da padrone, un prodotto del genere non può che sorprendere positivamente. Piccolo e compatto, Aprilia Sportcity 250 i.e. sopperisce a tutti i difetti dei fratelli più voluminosi, offrendo, nel contempo, ottime prestazioni accompagnate da una maneggevolezza tipica di modelli dalle cubature molto più ridotte. Volete anche voi “scorrazzare” per le strade con un Aprilia Sportcity 250 i.e.? Ci pare una buona scelta! Ad ogni modo, l’assegno da staccare è di 3.749 euro, rigorosamente f.c, ed il “dueemmezzo” targato Aprilia è vostro.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE