Beta lancia sul mercato la nuova Xtrainer My 2020

Grazie alle sue peculiari caratteristiche, quali l’eccellente trattabilità del motore e l’elevata guidabilità, la nuova Beta Xtrainer My 2020 risponde perfettamente alle esigenze di tutti quei piloti che ricercano una moto si prestazionale, ma soprattutto facile e sfruttabile

La rivoluzione che ha contraddistinto l’ultima generazione di moto da enduro di Beta, coinvolge ora anche la nuova Xtrainer My 2020 che, dopo il successo delle precedenti versioni, torna in una veste completamente rivista. Partendo appunto da quanto introdotto sulla gamma 2 tempi delle RR My 2020, i tecnici della casa toscana hanno focalizzato la loro attenzione sul miglioramento delle prestazioni, senza però rinunciare a quella facilità di utilizzo che da sempre contraddistingue la Xtrainer.

Beta Xtrainer My 2020: com’è fatta

Grazie alle sue peculiari caratteristiche, quali l’eccellente trattabilità del motore e l’elevata guidabilità, la nuova Xtrainer risponde perfettamente alle esigenze di tutti quei piloti che ricercano una moto si prestazionale, ma soprattutto facile e sfruttabile, che consenta quindi di districarsi agevolmente in tutte le situazioni. Proprio per tali ragioni la Xtrainer My 2020 rappresenta una soluzione ottimale anche per tutti coloro che intendono avvicinarsi alla disciplina dell’Enduro Estremo.
Gli ingredienti di questa ricetta sono l’erogazione docile e lineare, a tutto vantaggio della facilità di guida; il sistema Beta Progressive Valve : consente un eccellente adattamento delle prestazioni del motore su tutto l’arco di utilizzo, grazie alla facile regolazione della valvola dello scarico dall’esterno; l’altezza della sella ridotta a 910 mm, contro i 930 della gamma RR, per trasmettere una maggiore sicurezza in tutte le situazioni; il peso contenuto  di soli 98 kg; il miscelatore automatico :che elimina la necessità del premix olio-benzina e gli pneumatici soft  che garantiscono un miglior grip su ogni tipo di terreno.

Tante le vite che riguardano anche il motore. È stato introdotto il contralbero che riduce le vibrazioni, aumentando l’inerzia e migliorando la curva di erogazione. È nuovo anche albero motore: è stata rivista l’inerzia complessiva del sistema in seguito all’introduzione del contralbero. Incrementata la lubrificazione della zona banco e migliorato il rotolamento del motore grazie al ridotto attrito radente laterale. Riprogettati per un innesto più morbido e controllato anche i dischi della frizione.  Ma non è tutto. La Beta Xtrainer My 2020 monta un forcellone modificato, più lungo per una maggiore stabilità e trazione; una forcella più controllata e più efficace sugli impatti violenti, un ammortizzatore più efficiente sui forti impatti e una nuova cruna della catena più lunga per adattarsi al nuovo forcellone. A tutto questo si devono aggiungere anche altri dettagli che vanno dai nuovi convogliatori serbatoio al nuovo strumento digitale per rendere questa moto davvero imperdibile.

ARTICOLI CORRELATI