Bimota DB9 Brivido

Novità della casa di Rimini, una super naked derivata dalla DB8 dotata del desmodromico Ducati Testastretta 1198 da 162 CV

Bimota DB9 Brivido a Eicma 2011
Insieme alla Bimota DB10 Bimotard, la casa di Rimini ed Eicma 2011 ha svelato una nuova supernaked, la Bimota DB9 Brivido (qui ripresa nel bel servizio di Asphalt and Rubber).
Diretta discendente della DB8, monta il motore bicilindrico a L desmodromico Ducati Testastretta 1198 che eroga una potenza di 162 CV a 9.500 giri al minuto ed una coppia massima di 128 Nm a 8.000 giri al minuto.

Bimota DB9 Brivido nel dettaglio
Come da tradizione Bimota, la DB9 Brivido la livrea è un insieme armonico di linee tese come un quadro di Picasso e gioca in un contrasto di colori tra il nero del carbonio ed il bianco ed il rosso.
Bimota ha abituato all’utilizzo di materiali leggeri e di alta qualità e grazie a questi ed alla componentistica di alta qualità il peso (a vuoto) della supernaked DB9 Delirio si riduca a 177 Kg.
La ciclistica della DB9 Delirio annovera sospensioni Marzocchi a steli rovesciati da 43 mm all’anteriore mentre al posteriore su un monoammortizzatore Extreme Tech compleatamente realizzato per Bimota. Sia la forcella che il mono sono completamente regolabile nel precarico, in  estensione ed in compressione.
L’impianto frenante adibito al controllo dei 162 CV sviluppato da Brembo è così composto: davanti due dischi da 320 mm con pinze Brembo radiali a 4 pastiglie separate, dietro invece un disco da 220 mm con pinza a due pistoncini.
I cerchi in lega da 17” montano pneumatici da 120/70 all’anteriore e 190/55 al posteriore.
Il prezzo non è stato comunicato ma c’è da scommettere che non sarà alla portata di tutti i motociclisti.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE