USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW C 600 Sport: prova su strada dello scooter sportivo tedesco

Realizzato da BMW Motorrad per dare una alternativa premium alla mobilità urbana, il C 600 Sport è uno scooter sportivo, maneggevole e potente. Disponibile da aprile 2012 ad un prezzo di 11.1000 Euro

BMW C 600 Sport: lo scooter per la mobilità urbana da aprile 2012 a partire da 11.100 Euro
BMW C 600 Sport è il “gemello diverso” del turistico BMW C 650 GT. Ciclistica, prestazioni, cambio, tarature e molto altro sono identici. Eppure si guidano in modo differente.
E si distinguono anche nel prezzo: lo Sport costa 11.100 Euro che include la messa in strada ed il primo tagliando, 350 in meno del GT, sempre con l’ABS di serie. Chi lo ordina prima del debutto (previsto per la metà di aprile 2012) ottiene in regalo anche una giacca di pelle Bmw della collezione Motorrad Club Leahter.

C 600 SportLo sccoter tedesco sviluppato in Italia
L’Italia è stato il paese determinante per lo sviluppo del primo scooter Bmw. I clienti del Belpaese sono quelli più intervistati dai progettisti per mettere a punto un modello strategico nella politica di ampliamento della gamma che dovrebbe fare fronte al dimezzamento del mercato delle moto sopra i 500 cc (ma non delle quote di BMW, che è leader in 16 paesi). La mission non è tanto quella di strappare clienti alla concorrenza (naturalmente graditissimi), ma di fissare nuovi parametri per una sorta di “compromesso verso l’alto” per trasformare automobilisti in centauri metropolitani. Ad esempio abbinando prestazioni significative ad un elevato livello di comfort senza rinunciare allo spazio grazie all’innovativo sistema FlexCase che, a veicolo spento, consente di stivare due caschi integrali (e se ci dimentica di ricollocarlo nella posizione originale lo scooter non parte): azionando una leva, si apre una sorta di “tasca” che quasi tocca la ruota posteriore.

BMW C 600 Sport, “gemello diverso” più leggero
Bmw C 600 Sport è meno ingombrante rispetto al Gt: misura 2,155 metri di lunghezza (6 centimetri in meno) e 0,877 di larghezza, cioè è più “stretto” di 5 centimetri. Però la seduta è più alta, a 81 centimetri, contro i 78 dell’altro modello. Il tutto si traduce in un alleggerimento di una decina di chili, cioè circa 248. In realtà, secondo gli ingegneri potrebbero essere anche una dozzina in meno (quindi 245). Le tinte a disposizione sono tre, tutte metallizzate: cosmicblue opaco, titansilber e saphirschwarz.

Motore da 647 cm3 da 60 CV per il C 600 Sport
Bmw C 600 Sport monta lo stesso motore (identico proprio) di C 650 Gt con cambio Cvt (a variazione continua): i numeri sono diversi solo per una questione di… marketing. Le schede tecniche parlano di 175 km/h di velocità massima grazie alla potenza di 60 cavalli del bicilindrico in linea da 647 centimetri cubici (con alesaggio di 79 millimetri e corsa di 66 millimetri) che vanta una coppia massima di 66 Nm a 6.000 giri. I consumi dichiarati dal costruttore sono pari a 4,4 litri per 100 chilometri ai 90 all’ora (5,6 a 120). La sofisticata tecnologia del propulsore, abbinata al catalizzatore con sonda lambda soddisfano già i valori limite dalla norma antinquinamento Euro4, peraltro non ancora entrata in vigore.

Lo scooter BMW C 600 Sport su strada
Il confronto, immediato, è con lo scooter gemello C 650 GT con il quale condivide praticamente tutti i parametri. Se il GT sorprende per la sua maneggevolezza, il BMW C 600 Sport addirittura impressiona, anche perché l’assetto è sostanzialmente diverso ed oltre alla seduta più alta (anche se non sembra a causa della diversa ergonomia della sella, sempre comoda), la posizione di guida è più vicina al manubrio. Il risultato che gli ingegneri hanno ottenuto è quello di un maggiore “affiatamento” con lo scooter. Pur con un passo identico, lo spazio per le gambe si riduce (ma resta altamente confortevole), mentre si allarga di un po’ la pedana a beneficio dei piedi. Seppur “ristretto”, anche BMW C 600 Sport assicura una buona protezione contro la pioggia che (purtroppo) ha reso un po’ umido il test ride di Infomotori.com.
Il parabrezza non è a comando elettronico, ma dispone di tre diverse inclinazioni che non penalizzano la visuale.

Quando si tratta di affrontare curve delicate e si azzarda qualche piega, questo maxi scooter del segmento premium si lascia addomesticare con grazia da chi sta al manubrio. Nessuna incertezza, nemmeno alle velocità più elevate affrontate lungo le trafficate autostrade che circondano la capitale spagnola. In città, poi, BMW C 600 si guida con incredibile leggerezza. Ma, come per il gemello, vale l’indicazione di dare gas con calma. Certo, gli ingegneri hanno cercato di modulare l’accelerazione, ciò nonostante resta un veicolo da “maneggiare con cura”, soprattutto per evitare di perdere il retrotreno in fase di accelerazione. Per il passeggero dietro lo spazio è minore rispetto a GT. Gli sforzi dei progettisti sono stati premiati anche sul fronte delle vibrazioni: quelle trasmesse dal motore sono praticamente inesistenti.
Decisamente apprezzati gli optional per il riscaldamento di manopole e sella e la soluzione che, a veicolo fermo, porta a due caschi integrali la capienza del vano sottosella.

Sponsor

Volkswagen Caravelle
Volkswagen Caravelle
OFFERTA Caravelle 6.1. Tuo da € 299/mese fino al 31/10. TAN 3,99% TAEG 4,77%.

Sponsor

Volkswagen California
Volkswagen California
OFFERTA California 6.1. Da € 623/mese fino al 31/10. Tan 3,99% - TAEG 4,61%.

Sponsor

Volkswagen Multivan
Volkswagen Multivan
OFFERTA Multivan 6.1. Da € 652/mese fino al 31/10. TAN 3,99 - TAEG 4,58%

Sponsor

Volkswagen Caravelle
Volkswagen Caravelle
OFFERTA Caravelle 6.1. Tuo da € 299/mese fino al 31/10. TAN 3,99% TAEG 4,77%.

Sponsor

Volkswagen Multivan
Volkswagen Multivan
OFFERTA Multivan 6.1. Da € 652/mese fino al 31/10. TAN 3,99 - TAEG 4,58%

Sponsor

Volkswagen California
Volkswagen California
OFFERTA California 6.1. Da € 623/mese fino al 31/10. Tan 3,99% - TAEG 4,61%.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE