USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Custom, special e café racers riunite al Motor Bike Expo di Verona (Vasta Gallery)

Come nelle edizioni precedenti, e forse di più, uno spazio da protagonista del Motor Bike Expo di Verona sarà dedicato al mondo del custom e delle special d’ispirazione americana e le café racer col cuore britannico. In programma, anche 5 edizioni del World Custom Conference.

Ogni anno (il sesto ormai) il Motor Bike Expo di Verona ospita il meglio delle due ruote nel primo salone dell’anno. Nato soprattutto come uno spazio per il custom e lo spirito rockabilly, l’evento lascerà al mondo del buon “easy-rider” una posizione di rilievo all’interno della fiera.

I filoni sono principalmente due, uno è quello delle custom americane mentre l’altro è quello delle café racer inglesi: cos’hanno in comune queste due tipologie di moto? Sono quelle che spesso e volentieri cambiano forma per diventare delle special. 

Le special sono uniche per definizione, moto inimitabili che accentuano o stravolgono il carattere del modello di serie grazie agli interventi di officine specializzate in questo tipo di elaborazioni. 
Tra i grandi nomi di quest’arte che pare affermarsi sempre di più, arrivano gli esperti di tutto il mondo: Winston Yeh di Rough Crafts dall’Asia, Mike Rabideau di Majik Mike direttamente dagli USA e vincitore dell’Hot Bike Tour 2014, Jodu Perewitz di Perewitz Cycle Fab, sempre dagli USA, Mario Kyprianides di Custom Kulture in arrivo a Verona dagli Emirati Arabi, Danny Shneider dalla Svizzera e Chris Richardson di LA Speed Shop.

Non mancano i grandi nomi quindi, e per celebrare questo meeting internazionale verranno fatte, durante la fiera, 5 World Custom Conference, organizzate da Michael Lichter.

Moltissimi anche i preparatori italiani e le firme dell’aftermarket presenti in quest’edizione, ma quello che è più che duplicato rispetto all’anno precedente è lo spazio dedicato alle café racer:

capitanati da David Borras di El Solitario, le case a produrre queste moto di serie o come special sono sempre di più, la nuova tendenza infatti è stata fiutata da tutti, tra cui Ducati con le nuove Scrambler (di cui presenterà i modelli elaborati), Moto Guzzi con le V7 “ritoccate” e Yamaha, che ha persino indetto un contest tra le officine per la XV950 special più bella. 
 

Il Verona Motor Bike Expo non è solo questo ma, in Italia, è sicuramente il  salone che dà più visibilità al mondo custom.  
  

Articoli più letti
RUOTE IN RETE