Derbi Senda DRD PRO 50

Quindicenni a me gli occhi!

Derbi Senda DRD PRO 50. La prima Senda con motore Derbi 50cc e cambio a 4 marce venne lanciata nel lontano 1993 in versione enduro, con l’intento dichiarato di definire il punto di riferimento per quanto concerne il mercato dei cinquantini non-scooter. Attraverso varie evoluzioni, dalla Supermotard alle varie edizioni speciali come la Racer, la X-Treme e la DRD Racing il marchio Derbi si è imposto come leader nel segmento offrendo contenuti tecnici di alto livello a partire dal telaio monotrave in alluminio che, rispetto al tradizionale tubolare d’acciaio, offre un ottimo compromesso fra leggerezza e rigidità.
Infomotori.com vi propone l’ultima nata della gamma, la Derbi Senda DRD PRO 50,che nasce proprio per confermare la leadership del costruttore spagnolo ed accontentare i giovani centauri sempre più esigenti e competenti.
50 migliorie per un 50cc Sembra uno scherzo, invece si tratta proprio di 50 modifiche per il nuovo cinquantino di casa Derbi. La novità che balza subito all’occhio è lo stupendo telaio con la trave principale estrusa in lega di alluminio, magnesio e silicio mentre le cartelle laterali sono in fusione dello stesso materiale. Oltre a ridurre le vibrazioni grazie alla maggior capacità di assorbimento dell’alluminio rispetto all’acciaio anche la bilancia premia i tecnici spagnoli con un risparmio di peso di 2 Kg senza influire negativamente sulle proprietà dinamiche della ciclistica.

Il forcellone in alluminio oltre all’aspetto racing eredita soluzioni tecniche dalle categorie superiori quali il monoammortizzatore Ollè dotato di manovellismo progressivo nonché un fulcro supportato da cuscinetti a rulli e rondelle in poliammide. La forcella anteriore Marzocchi con steli da 40mm presenta addirittura un piedino inferiore in alluminio predisposto per il montaggio di una pinza freno ad attacco radiale, soluzione quasi inedita per un cinquantino.
Motore al top Il nuovo gruppo termico Derbi con cambio a sei rapporti beneficia di sensibili miglioramenti atti a ridurre rumorosità, vibrazioni ed emissioni garantendo al contempo una maggiore potenza. Raffreddamento a liquido, testa scomponibile, cilindro rivisto nei travasi e sezione del carter ottimizzata delineano un curriculum in grado di far brillare gli occhi a qualsiasi teen ager.
Sul fronte estetico basta dare un’occhiata alla photogallery di Infomotori.com: snello, aggressivo e curato il nuovo cinquantino di casa Derbi sembra fatto apposta per catturare l’attenzione sia nella versione Enduro che nella pistaiola configurazione Supermotard.
La qualità si paga La nuova Derbi Senda DRD PRO 50 si posiziona al top del segmento anche per quanto riguarda il listino, che parte da 3.250 euro per la versione enduro “R” mentre il supermotard “SM” richiede un assegno di 3.350 euro. Non si può certo parlare di valori bassi in assoluto, ma come recita il detto: “La qualità si paga”!

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE