USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ducati acquistata da Lamborghini e non da Audi

Nel report finanziario semestrale di Audi viene confermata la totale acquisizione di Ducati ma viene indicata Lamborghini come acquirente dell'azienda di Borgo Panigale

Analisi finanziaria semestrale di Audi AG
Audi AG, azienda proprietaria dell’omonimo marchio di automobili, ha reso pubblica l’analisi finanziaria del primo semestre 2012, dal quale emergono “dettagli”, per così dire, piuttosto interessanti riguardo l’acquisizione di Ducati (diventata effettiva dal 19 luglio 2012)
Infatti, se da una parte viene confermata l’operazione e cioè che Audi ha acquistato il 100% del pacchetto azionario di Ducati, si scopre per esempio che la cifra pagata è – di molto – inferiore a quanto annunciato in precedenza.

Ducati acquistata da Lamborghini
Dopo la somma sborsata per l’acquisizione e cioè 747 milioni di euro, la cosa più interessante nella semestrale di Audi, è che Ducati è di proprietà di Lamborghini.
“With effetc from July 19, 2012, the acquistion of 100 percent of the shares of Ducati Motor Holding S.p.A ., Bologna (Italy), by Automobili Lamborghini S.p.A., Sant’Agata Bolognese, (Italy), a fully owned subsidiary of Audi AG, was completed following the transcation’s approval by the antitrust authorities” si legge infatti alla pagina nr. 17 dell’analisi finanziari semestrale di Audi AG.
“Effective July 19, 2012, the Audi Group acquired 100 percent of the voting rights in the motorcycle manufacturer Ducati Motor Holding S.p.A ., Bologna (Italy), via Automobili Lamborghini S.p.A., Sant’Agata Bolognese, (Italy), a subsidiary of Audi AG, for a purchase price of EUR 747 million” si legge invece a pagina 26.
Esatto. Ducati è una branchia del costruttore italano di supercar. Borgo Panigale sotto Sant’Agata Bolognese. Con buona pace dei campanilismi. Ecco quindi come si spiega l‘ingresso dell’AD di Ducati, Gabriele Del Torchio, bel CdA di Lamborghini.
La proprietà di Ducati da parte di Lamborghini è una pura formalità, dal momento che Audi ora detiene entrambe le case costruttrici bolognesi, ma assume due aspetti: uno simbolico, ovvero Ducati rimane sotto il controllo italiano, il che conta come il due di spade quando si va per bastoni.

Ducati abbassa le emissioni di CO2 di Lamborghini
L’altro aspetto da non sottovalutare ed alla base delle motivazioni per l’acquisizione dell’azienda di Borgo Panigale, è la possibilità di ridurre le emissioni di CO2 (ne avevamo già parlato in primavera, a proposito dell’offerta da 750 milioni di euro di Audi per Ducati).
Non è per niente un segreto che l’Unione Europeo sta perseguendo una politica di riduzione di CO2, creando non pochi problemi alle auto sportive.
Audi ha adottato un trucchetto per ridurre le emissioni del gruppo attraverso l’acquisizione di Ducati infilandola sotto il controllo di Lamborghini.
Dimostrando che anche i tedeschi, quando sono alle corde, riescono a salvarsi grazie a creativi trucchetti, quasi come gli italiani. A meno che, non gli sia stato suggerito…

Articoli più letti
RUOTE IN RETE