USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ducati Monster 2014 si avvicina il debutto

La naked sportiva per eccellenza sembra pronta ad un cambio radicale. La nuova Ducati Monster sarà completamente rinnovata, a cominciare dal motore Testastretta

Recentemente abbiamo parlato della nuova Ducati Monster 2014 e degli avvistamenti avvenuti lungo la Statale della Futa che mostravano tecnici e collaudatori alle prese con l’evoluzione della naked sportiva Ducati. Con l’avvicinarsi del Salone di Milano (dal 7 al 10 novembre 2013) si intensificano i rumors relativi alla nuova generdazione Monster, ovvero l’evoluzione del progetto nato nel lontano 1993 ed evolutosi negli anni fino alla reinterpretazione datata 2008, che ha portato il mito Ducati Monster fino ai giorni nostri.
La nuova Ducati Monster, nuovo motore e design aggressivo. E la Streetfighet?
Quel che appare evidente dalle immagini è che la nuova Monster avrà il motore raffreddato a liquido, l’ultima evoluzione del Testastretta.  Difficile dire ora se la moto ritratta negli scatti adotti il motore 1198 o il nuovo 821 (quello, per intendersi, impiegato sulle nuove Ducati Hyperstrada), però è certo che si tratta di un’unità “ad acqua” con 4 valvole per cilindro. Non si tratta di una novità assoluta, in quanto già nel 2001 la Casa bolognese impiegò un propulsore di questo tipo sulla Monster in versione S4 e, negli anni seguenti, sulle S4R ed S4RS.
Dal 2008 la gamma Monster è sempre e solo stata proposta con motore raffreddato ad aria, ridimensionato per prestazionI e ambizioni nell’ottica di andare incontro alle esigenze degli appassionati meno “estremi”. La scelta quindi di tornare al motore ad acqua potrebbe essere dettata dalla volontà di “sostituire” nel listino la Ducati Streetfighter 1098, moto presente in catalogo dal 2007 ma che sembra non aver colpito nel cuore gli appassionati. In questo senso, la scelta del motore potrebbe essere quella del 1198 cc, e in questo caso la nuova Monster  potrebbe mettere tutti d’accordo: design molto aggressivo, cavalli in abbondanza e soprattutto un nome che è sinonimo di interesse del pubblico.
La nuova Monster “ad acqua” sembra fatta apposta per i clienti più sportivi ed esigenti: giro dei collettori è ampio (in stile Ducati Diavel), forcellone in alluminio dalla sezione abbondante, codino sfuggente e telaio a traliccio in tubi in bella vista che abbraccia il possente propulsore. Manca poco e scopriremo tutta la verità.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE