Ducati Panigale 959 presentata ufficialmente

Al Salone di Milano EICMA 2015 la "piccola" Panigale cresce nella cilindrata, diventa omologatae Euro-4 eguadagna parecchi cavalli: ecco a voi la Ducati Panigale 959

La Ducati Panigale 959 era già apparsa in alcune foto spia, ma debutta ora dal vivo ad EICMA 2015, il salone di Milano che rappresenta l’evento motociclistico più importante dell’anno. La Panigale 959, erede della 899, risulta più accessibile sia dal punto di vista della guida che in quello economico. Cupolino e coda risultano affinati, cosa che non è avvenuta per lo scarico, una scleta dovuta alla necessità di venire omologata Euro-4.

Cresce la potenza, che sale al rispettabilissimo valore di 157 cavalli a 10.500 giri (+9cv) con una coppia ancora più corposa che offre un valore massimo di 107,4Nm a 9.000 giri. La moto, dal punto di vista ciclistico, rimane invariata, anche se le quote del telaio hanno subito un affinamento. Il comparto sospensioni conta su una forcella Showa BPF da 43mm completamente regolabile e su un monoammortizzatore Sachs, anch’esso completamente regolabile, a montaggio laterale su un forcellone bibraccio in luogo del monobraccio della 1299. I cerchi a 10 razze calzano pneumatici Pirelli Diablo Rosso Corsa da 120/70 e 180/60. Muscoloso ovviamente l’impianto frenante, con pinze radiali monoblocco M4.32 e dischi da 320mm.

La gestione elettronica è la stessa – raffinatissima – della versione precedente, con ABS Bosch 9MP, gestione dei riding modes con traction control, quickshifter (solo in innesto), controllo freno motore, strumentazione LCD ed acquisizione dati DDA+ GPS (optional). 

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE