USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ducati raddoppia gli incentivi

La casa di Borgo Panigale fino al 31 dicembre 2010 raddoppia l'incentivo stata in vigore dal 2 novembre su Monster e e Hypermotard

Ducati raddoppia l’incentivo statale da poco annunciato e in vigore dal 2 novembre. Così i ‘Desmo’ appassionati potranno acquistare un Monster 696 da €6.740 e una Hypermotard da €7.990

Per Ducati “tecnologia” significa aumentare le prestazioni con attenzione ai consumi e alle emissioni. Proprio in questa prospettiva  l’azienda di Borgo Panigale, insieme ai propri concessionari, ha deciso di contribuire ulteriormente all’ecoincentivo statale ripristinato dal Ministero per lo Sviluppo Economico, raddoppiandolo.
Così per l’acquisto dei modelli della gamma Monster e Hypermotard, l’incentivo salirà così fino a 1.250 euro per le cilindrate 696 e 796 e a 1.500 euro per i modelli di cilindrata 1100.

Grazie agli ecoincentivi statali e all’aggiunta del contributo Ducati, le bicilindriche desmodromiche saranno disponibili per immatricolazione entro il 31.12.2010 a partire da 6.740 euro per un Monster 696 e da 7.990 euro per un Hypermotard 796.

Si tratta di un’occasione unica per diventare “Ducatista” o per godere dell’evoluzione che questi modelli hanno segnato nel panorama motociclistico globale, nel quale le “rosse” di casa Ducati continuano a fare scuola. Sono moto essenziali e uniche, dallo stile radicale che è stato, e continua ad essere, fonte d’ispirazione per l’intero settore delle due ruote e per tutti gli appassionati.

Monster e l’Hypermotard sono la perfetta espressione di un design “made in Italy” che viene enfatizzato dalla tecnologia all’avanguardia di cui sono equipaggiate e completato dal leggendario motore “desmo” bicilindrico a L, che rende le moto estremamente piacevoli in qualsiasi situazione.

Il contributo che Ducati ha deciso di offrire rappresenta sicuramente un forte stimolo e un’eccezionale opportunità per l’acquisto. L’offerta è valida per i contratti stipulati fino al 31/12/2010.

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE