Dunlop Geomax MX53: dalle corse la tecnologia per il pneumatico perfetto

L’impegno di Dunlop nell’aumentare la versatilità dell’MX53 ha portato anche allo sviluppo di una mescola completamente diversa da quella dell’MX52. Il mix di mescole avanzate contiene un numero elevato di polimeri che forniscono una maggiore robustezza e quindi una maggior durata grazie alla maggiore resistenza ai tagli

Dunlop lancia il Geomax MX53, il pneumatico da motocross per terreni duri che sostituisce il modello MX52. Rispetto al suo predecessore, l’MX53 offre ai piloti prestazioni ai massimi livelli su una maggiore varietà di terreni. All’interno dell’ampia gamma Dunlop Geomax, questo pneumatico si colloca tra l’MX71 per terreni “super-duri” e l’estremamente versatile MX33. Il Dunlop Geomax MX53 è disponibile in 6 misure anteriori e 11 posteriori.

Dunlop Geomax MX53: le caratteristiche

Quest’anno è stata una stagione di grandissimi successi per i piloti che montavano pneumatici Dunlop Geomax. Nel campionato AMA Supercross tutti i vincitori delle gare del 2019 hanno scelto Dunlop. Eli Tomac (Kawasaki) si è aggiudicato il Campionato Professionale Motocross. Nel Campionato Mondiale di motocross FIM MXGP, 5 delle ultime 9 moto che hanno ottenuto la vittoria erano guidate da piloti Dunlop e i piloti KTM Max Anstie e Glenn Coldenhoff hanno mostrato una forma invidiabile nelle gare finali della stagione. Nel Campionato del Mondo femminile, Courtney Duncan ha dominato sulla sua Kawasaki e Amandine Verstappen ha vinto il Gran Premio d’Olanda con la Yamaha. Il Dunlop Geomax MX53 presenta una serie di nuove tecnologie con l’obiettivo di fornire prestazioni vincenti su un’ampia varietà di terreni.

La struttura della carcassa presenta il Dunlop Advanced Apex Design, un disegno avanzato della sommità che è stato uno dei segreti del successo dell’MX33 e che è in grado di offrire un assorbimento degli urti nettamente superiore, una rigidità uniforme sulla spalla, una guida più facile e sensazioni di guida migliorate, fornendo quindi alte prestazioni senza aggiungere peso. I test effettuati da Dunlop hanno dimostrato i passi avanti compiuti rispetto alle prestazioni dell’MX52 su terreni duri, ma hanno anche fatto registrare risultati superiori sulle superfici intermedie, in parte grazie al nuovissimo disegno del battistrada. Nell’anteriore, il disegno a forma di ferro di cavallo offre maggiore capacità di frenata quando i tasselli penetrano come artigli nel terreno più duro. I tasselli sono 1 mm più alti rispetto al predecessore: solitamente questo aspetto influenza la stabilità, ma Dunlop ha aggiunto dei tiranti longitudinali tra i tasselli per offrire prestazioni costanti e una maggiore durata.

Il posteriore presenta coppie di tasselli ben distribuiti, che offrono un’elevata trazione e una maggiore accelerazione – caratteristiche fondamentali per vincere nelle fasi finali di gara. La distanza tra i tasselli è stata ottimizzata per assicurare l’aderenza sui terreni più morbidi e al contempo mantenere le prestazioni sulle superfici più dure e compatte. Per offrire maggiore sicurezza ai piloti in ogni angolo di piega, la tecnologia Progressive Cornering Block brevettata da Dunlop permette a tutti i tasselli di flettersi e di avere più spigoli taglienti con carichi elevati in curva. L’impegno di Dunlop nell’aumentare la versatilità dell’MX53 ha portato anche allo sviluppo di una mescola completamente diversa da quella dell’MX52. Il mix di mescole avanzate contiene un numero elevato di polimeri che forniscono una maggiore robustezza e quindi una maggior durata grazie alla maggiore resistenza ai tagli. “La volontà di offrire prestazioni più versatili è stata una costante nello sviluppo dell’MX53 – ha detto Luca Davide Andreoni, direttore Marketing di Dunlop Motorcycle Europa -. Sappiamo che le condizioni del terreno possono variare da un giro all’altro e anche da una curva all’altra, per questo abbiamo puntato sulla natura vincente del nostro MX33 per fornire una ampia finestra di prestazioni ai massimi livelli“.

ARTICOLI CORRELATI