USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Harley Davidson XR 1200 Boss 88 by Freespirits

Il produttore vicentino di parti speciali per Harley Davidson personalizza la sportiva di Milwaukee trasformandola in special

Harley Davidson XR 1200 Boss 88 by Freespirits
La livrea bianco – rossa richiama i colori racing ed accende lo spirito sportivo anche negli harleysti più puri. Deve essere stato il pensiero di Marcello Fontana, deus ex machina di Freespirits, azienda vicentina specializzata nella produzione di accessori per Harley-Davidson e Triumph.
È la Harley-Davidson XR 1200 personalizzata con la produzione Freespirits che esalta l’anima sportiva della più sportiva motocicletta di Milwaukee.
Si chiama “Boss 88” perché 88 sono infatti i pollici cubi raggiunti dal twin di Milwaukee, che così supera quota 1.450 cc.
“Le modifiche sono assolutamente reversibili e pensate per rendere la moto più leggera, efficace e divertente da guidare”
, dice commenta Marcello Fontana.

Una Harley-Davidson special con gli accessori Freespirit
Fontana ha brevettato tutta la produzione di Freesspirit che nasce dalla sua fantasia.
Per personalizzare la XR 1200, è stata rimossa la carena, le sospensioni mentre il motore bicilindrico è stato sottoposto ad un’operazione di tuning notevole con la collaborazione dell’officina Civico 10, laboratorio pordenonese specializzato in riparazione e rifacimento, elaborazioni e preparazioni di motori  H-D e Buell.
Di nuovo ci sono i cilindri, la centralina ed il kit per la trasmissione con frizione a secco: grazie a questi innesti, il propulsore arriva alla cilindrata di 1.474 cc. mentre la potenza è aumentata di 4,6 CV grazie al collettore da 65 mm (brevettato da Freespirits) insieme al filtro dell’aria a forma conica. Nuovo anche l’impianto di scarico che esalta il sound della Harley Davidson XR 1200 Boss 88.

Novità ciclistiche di Freespirits per la Harley Davidson XR 1200 Boss 88
Per quanto riguarda la ciclistica, Freespirits ha predisposto la Harley Davidson XR 1200 Boss 88 con semimanubri sulle piastre di sterzo. Per la forcella l’ispirazione è la Ducat F1 del 1985 montata da Marco Lucchinelli  sviluppata in collaborazione con Bitubo che ha realizzato anche gli ammortizzatori grazie ai quali il posteriore è stata rialzato di 50 mm.

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE