Headbanger Hollister

Il bobber della casa lombarda, costruito sul telaio di una Softail, ha tradizionali ruote da 16 pollici, il mitico serbatoio Peanut e monta un motore RevTech da 1.450 cc. Pesa 235 kg e costa 21.300 euro

Bobber lombarda su telaio di una Softail
La Headbanger Hollister a prima vista è una motocicletta intrigante. È un bobber con ruote da 16 pollici, come vuole la tradizione, è costruito su un telaio Softail compatto con un motore RevTech dalla cilindrata di 1450 cm3 con il piccolo serbatoio Peanut.
Il nome deriva dalla città californiana dove nel 1953 László Benedek girò “Il selvaggio” con Marlon Brando. La storia era quella di una banda di bulli che caratterizzava la vita del paese e la filosofia della Hollister è quella di una moto fuori dagli schemi ed il motore Rev Tech a carburatori, per la gioia dei puristi, con trasmissione a cinghia, è una dimostrazione.

Dati tecnici della Headbanger Hollister
La casa comunica che la potenza del bicilindrico a V di 45° RevTech 88” (omologato Euro3) ha una potenza superiore del 50% rispetto alle tradizionali custom di Milwaukee. La trasmissione primaria è esterna, sistemata in un carte lucido a specchiato, caratterizzata dalla frizione a secco e dalla cinghia (BDL larga quasi 8 cm), coperta da una protezione in plexiglas trasparente. Ma chi lo desidera, può lasciarla girare in bella vista.
Come si vede nella gallery, la Hollister, soprannominata Holli, monta ruote da 16” a raggi (se ne contano 60) con una gomma anteriore da 130 mentre il posteriore è gommato con una imponente 180.
Il telaio proviene dall’azienda austriaca Penz: è una struttura a doppia culla chiusa – con cannotto di sterzo inclinato di 34° e 1.600 mm di interasse. All’anteriore monta una coppia di ammortizzatori ad aria paralleli posti sotto al motore, che lavorano in trazione. All’anteriore troviamo una forcella non regolabile con steli da 41 mm dotata di piastre di sterzo “mid-glide” in ergal lavorate dal pieno (realizzate dallo specialista bergamasco Livio Rebuffini).
Ll’impianto frenante è composta da un disco da 292 mm di diametro con pinze a 4 pistoncini lavorate dal pieno e tubazioni tipo racing.

Design della Headbanger Hollister
Il look di questa bobber è minimalista, ridotto al serbatoio da (appena) 9 litri tipo “Peanut”, due ridottissimi parafanghi e una piccola sella vintage monoposto sostenuta da molle.
Il vestito è nero ma per chi lo desiderasse e ne avesse le possibilità, ci sono delle alternative.
Strumentazione ridotta al minimo indispensabile, con il contachilometri a 200 km/h posto sulla piastra superiore della forcella in mezzo ai due raiser che del manubrio drag-bar style nero.
Così com’è la HB Hollister pesa, a secco, 235 kg e costa 21.300 euro. Poi, c’è una lunga lista di optional per sbizzarrirsi, assemblando il bobber che si desidera secondo i propri gusti e capacità di spesa (soprattutto).

 

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI