Honda CBR 1000 ’08

A maggio ha superato la soglia delle mille unità vendute in Italia posizionandosi come la prima supersportiva per unità vendute

Guarda le immagini!

Honda CBR 1000RR Fireblade 2008. La rivoluzione segnata da questa nuova Fireblade è stata colta e apprezzata dai motociclisti italiani che l’hanno decretata come top seller nella sua categoria. La nuova CBR1000RR Fireblade 2008 è il più recente frutto della tradizione di tecnologia Honda; è ancor più compatta, con una leggerezza semplicemente eccezionale sottolineata da un telaio, un motore ed una ciclistica d’avanguardia e con soluzioni moderne che ne esaltano le prestazioni. Tutta nuova! Nuova ed aggressiva conformazione dei fari anteriori “Line Beam”. Nuovi specchietti retrovisori con indicatori di direzione integrati. Nuova ed elegante strumentazione, ancor più piccola di prima. Nuove prese d’aspirazione integrate nel cupolino (sotto il faro, come sulla MotoGP) che sostituiscono la singola presa collocata sopra il radiatore, per un’induzione più efficiente dell’aria. Sella più piccola, leggera e comoda; il codone rivela la chiara derivazione della Fireblade dalla RC212V da MotoGP, enfatizzata dal nuovo scarico basso per una ancor superiore centralizzazione della massa. Lo scarico è mobile… Lo scarico sottosella, marchio di fabbrica del modello precedente, è migrato al di sotto del motore come su molte concorrenti, e delinea la fiancata della moto con un terminale piuttosto pronunciato. Un richiamo alla RC212V da MotoGP, solo che in questo caso le dimensioni sono maggiori per alloggiare i dispositivi antinquinamento. Visto anche quanto fatto da Suzuki e Kawasaki, sembra proprio che l’impianto di scarico attiri la matita di tecnici e designer. Da semplice elemento meccanico si sta tramutando in oggetto di stile da piazzare sotto il codone, sotto la carenatura, a lato, su ambedue i lati… una mobilità che a volte fa pure sorridere! Motore Nuovo, compatto propulsore da 999.8 cm3, più leggero di 2,5 kg rispetto al precedente e con dimensioni interne differenti. L’alesaggio è infatti aumentato di 1 mm mentre la corsa è stata ridotta di 1,4 mm per una fantastica erogazione di potenza. La linea rossa del contagiri è stata spostata da 12.250 a 13.000 giri/min. Nuovo basamento separato, con cilindri senza camicia trattati superficialmente con la tecnologia JCP (Jet-flow Circulation Plating). Sostituiscono la precedente soluzione – dove il cilindro e la parte superiore del carter erano integrati e le camicie in composto ceramico. Nuove, leggerissime valvole d’aspirazione in titanio con doppie molle concentriche, per un funzionamento precisissimo ai più alti regimi. Pistoni forgiati più leggeri e con elevata resistenza. L’alesaggio è stato incrementato di 1 mm pur mantenendo invariato il peso – per raggiungere un più alto regime di giri. Inedita frizione antisaltellamento, che permette di sfruttare meglio il freno motore in frenata, “scalando” marcia in modo più fluido ed accelerare conseguentemente in maniera più efficace.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE