USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Honda CBR1000RR Fireblade

Dopo le foto rubate arrivano quelle ufficiali dalla casa giapponese. Presentazione in contemporanea a Imola e Le Mans per la nuova Honda CBR1000RR Fireblade 2012

Nuova Honda CBR1000RR Fireblade
Honda ha presentato oggi il model year 2012 della CBR1000RR Fireblade, un’edizione importantissima della celebre superbike della Casa dell’Ala perché celebra i venti anni dal lancio della CBR900RR, il primo storico modello introdotto sul mercato nel 1992.
Le prime immagini della nuova CBR1000RR erano arrivate verso la fine di agosto, anticipando il suo lancio.

Presentazione a Imola per il GP d’Italia di Superbike e alla 24 Ore di Le Mans
La nuova Fireblade è stata svelata per la prima volta al pubblico europeo simultaneamente in due contesti racing di livello mondiale: l’undicesimo round del WorldSBK Championship a Imola, in Italia, e la 24 Ore di Le Mans, in Francia, fondamentale appuntamento dell’Endurance World Championship.
A svelare la nuova superbike Honda agli appassionati delle competizioni sono stati Jonathan Rea, pilota ufficiale del Castrol Honda Team nel WorldSBK e John McGuinness, in forze a LeMans all’Honda TT Legends Team.

20 anni di CBR
La CBR1000RR model year 2012 si ispira al tradizionale concept di “controllo totale” che per 20 anni ha caratterizzato le precedenti versioni, fin dall’esordio del rivoluzionario modello originale, l’antesignana CBR900RR, presentata al salone EICMA nel 1991. Da allora, si sono succedute una serie di evoluzioni caratterizzate ognuna da migliorìe di alto livello ma sempre in grado di confermare un perfetto bilanciamento fra potenza e controllo.
I tecnici del team che ha sviluppato la CBR1000RR 2012 hanno concentrato i loro sforzi sulla ciclistica, con l’obiettivo di rendere ancora più esaltante il piacere di guida della Fireblade. Fra le novità di maggior rilievo ci sono soprattutto le nuove ruote e le nuove sospensioni, che hanno portato ampi vantaggi in termini di maneggevolezza, trazione e frenata. L’avanzata sospensione posteriore con ammortizzatore del tipo ‘Balance Free Rear Cushion’ è una prima mondiale su una moto costruita in serie.
Il team ha inoltre scelto un nuovo styling ed una nuova strumentazione con funzionalità aggiuntive che rendono la moto più facile da usare.
Hirofumi Fukunaga, responsabile progetto della CBR1000RR 2012, la descrive così: “Ѐ una moto che consente a tutti gli amanti delle super sport, compresi i più esperti, di provare la gioia di possedere una CBR1000RR, con la sensazione di una guida sportiva più divertente e con un piacere di guida inedito rispetto al passato, dai tornanti di montagna ai circuiti di gara”.

Honda CBR1000RR Fireblade 2012, panoramica delle novità
Per il modello 2012 si è deciso di creare uno styling che esprimesse tutto il senso di velocità e il potenziale dinamico della CBR1000RR.
È stata completamente rinnovata rinnovata l’estetica grazie al cupolino ed il gruppo ottico nuovi, la carena a strati ottimizza l’aerodinamica e il codino e più aggressivo e dinamico, con un forte richiamo alla Superbike dove dal 2012 è una delle annunciate protagoniste.
La nuova CBR1000RR ha una carena a strati che offre un netto miglioramento in termini aerodinamici. Essa crea infatti un ampio spazio privo di turbolenze intorno al pilota, migliorando il comfort e convogliando meglio l’aria verso il sistema di raffreddamento. Le superfici così strutturate rendono inoltre più aggressivo il look della moto. All’anteriore uno spoiler integrato nella parte bassa del cupolino riduce a sua volta il sollevamento alle alte velocità, migliorando la maneggevolezza.
I nuovi cerchi a 12 razze offrono una migliorata rigidità e permettono alle nuove sospensioni di lavorare con il massimo dell’efficienza per offrire un’eccellente maneggevolezza.
Nuovo anche l’ammortizzatore di sterzo HESD. Fondamentale su una moto così leggera, compatta e potente, l’ammortizzatore di sterzo Honda assicura massima stabilità alle alte velocità e ottima manovrabilità alle basse velocità.
Anche la Fireblade 2012 è disponibile con l’avanzato sistema C-ABS a controllo elettronico che offre la sicurezza del sistema di frenata combinata Honda e la tranquillità dell’antibloccaggio delle ruote.

Nuovo ammortizzatore e nuova forcella nella Fireblade 2012
L’assetto delle sospensioni è stato modificato con intelligenza al fine di garantire alla CBR1000RR uno smorzamento più fluido e una sensazione di guida superiore, con più aderenza e trazione. La sospensione posteriore sfrutta i vantaggi della configurazione con leveraggio Pro-Link e introduce per la prima volta su una moto di serie l’ammortizzatore posteriore ‘Balance Free Rear Cushion’.
Sviluppato in collaborazione con il leader mondiale del settore Showa, questo ammortizzatore sostituisce al design a camera singola una configurazione a doppia camera: lo stelo dell’ammortizzatore scorre in un cilindro interno grazie al quale il pistone dell’ammortizzatore non è dotato di valvole. La forza dello smorzamento è così generata dal trasferimento dell’olio attraverso un componente separato.
Nella struttura classica, la forza dello smorzamento in fase di compressione è generata in due punti diversi tramite le valvole principali e secondarie. Eliminando la valvola secondaria e concentrando in un unico punto il trasferimento dell’olio, è stato possibile controllare con maggiore efficacia i cambiamenti di pressione all’interno dell’ammortizzatore. E non essendoci più una piccola quantità d’olio in uso alle alte pressioni, la risposta della forza di smorzamento risulta migliorata e lo smorzamento stesso a sua volta più fluido, anche nel passaggio dalla compressione all’estensione, grazie a variazioni di pressione molto lineari.
L’ammortizzatore posteriore di tipo ‘Balance Free Rear Cushion’ offre pertanto uno smorzamento superiore in tutte le fasi della guida, garantendo un assorbimento migliore delle asperità e quindi una trazione più efficace, grazie ad una maggiore continuità di contatto fra pneumatico posteriore e fondo stradale. Questa tecnologia è stata sperimentata sia nella prestigiosa Otto Ore di Suzuka che nel campionato MFJ Superbike All Japan. Testimonia l’efficacia di questo nuovo tipo di ammortizzatore posteriore, la sua installazione sulla CBR1000RR Fireblade vincitrice del campionato superbike giapponese 2010, un risultato che evidenzia i vantaggi offerti da questa avanzata configurazione.
La combinazione fra la sospensione posteriore con leveraggio Pro-Link Honda e l’ammortizzatore ‘Free Balance Rear Cushion’ non si limita a migliorare l’efficienza dello smorzamento e quindi le doti di trazione, stabilità e tenuta di strada. Per consentire più facili e veloci regolazioni, i dispositivi di regolazione della compressione e dell’estensione sono stati posizionati in cima al corpo dell’ammortizzatore, sulla sinistra. In conseguenza di ciò, è possibile adattare al proprio gusto e stile di guida, nonché alle condizioni del percorso, il set-up della sospensione posteriore.
Quale ideale complemento all’ammortizzatore posteriore di nuova generazione, la sospensione anteriore monta adesso una forcella rovesciata Showa con steli da 43 mm dotata di tecnologia BPF. Questo tipo di forcella ha un design unico che sfrutta un maggiore volume di olio di smorzamento, in modo da ridurre con efficacia la pressione idraulica generata nelle fasi di compressione ed estensione. Il risultato è una risposta più immediata durante la corsa iniziale e uno smorzamento più fluido, che massimizza il contatto dello pneumatico anteriore con il fondo stradale e garantisce al pilota più maneggevolezza, un feeling migliore con l’avantreno e la
massima stabilità nelle frenate più brusche.

Motore della Honda CBR1000RR Fireblade 2012
Compatto e potente propulsore a 4 cilindri in linea DOHC raffreddato a liquido La Fireblade ha sempre utilizzato motori a 4 cilindri in linea che combinano una poderosa erogazione, un peso ridotto e dimensioni compatte, tutti elementi richiesti per realizzare un telaio efficace e maneggevole. Il motore è progettato per raggiungere elevatissimi regimi, ha alesaggio di 76 mm e corsa di 55,1 mm – per una cilindrata totale di 999cm3 – con trattamento al nichel carburo di silicio(Ni-SiC) sulle pareti dei cilindri per ridurre gli attriti e garantire la massima affidabilità, anche nelle condizioni più estreme. Il peso ridotto delle parti interne del motore contribuisce alla complessiva riduzione di peso della moto e favorisce sia le prestazioni assolute sia le doti di agilità e maneggevolezza.
Il settaggio del sistema di iniezione elettronica PGM-DSFI (Programmed Dual Sequential Fuel Injection) è stato riprogrammato sulla Firablade 2012 per garantire un’alimentazione ancora più precisa e una potenza perfettamente sfruttabile in tutte le condizioni. In particolare è stato curato il setting delle mappature per le piccole aperture del gas, in modo da massimizzare la fluidità di marcia sui tornanti, sulle curve lente e al tempo stesso nelle delicate fasi di percorrenza e uscita di curva quando la condotta è di tipo sportivo. L’obiettivo raggiunto dai progettisti della CBR1000RR 2012 è una risposta sempre delicata, regolare e progressiva.
Analizzando l’apertura del gas e la reazione del motore in queste condizioni, la nuova CBR1000RR evidenzia un miglioramento del controllo del gas fino al 25%. Alle piccole aperture l’iniezione fa corrispondere piccoli cambiamenti di erogazione della potenza e della coppia, mentre all’aumentare dell’apertura del gas la progressione dell’erogazione diventa gradualmente più incisiva. Il risultato è una risposta del motore più precisa agli input del pilota, che può così beneficiare di una più sicura tenuta di strada, una migliore manovrabilità anche sui tratti di strada o sui circuiti più tortuosi, e un’accelerazione facilmente sfruttabile.

Frizione antisaltellamento
La CBR1000RR monta una frizione antisaltellamento dello stesso tipo presente sulla RC212V 800cc MotoGP. Questa unità garantisce una trasmissione della potenza ottimale, con cambi di marcia molto fluidi e una confortevole sensazione di leggerezza sulla leva. Nella fase critica di ingresso in curva – quando il pilota frena e scala le marce per impostare la traiettoria – la frizione antisaltellamento della Fireblade rende l’azione più lineare, diminuendo efficacemente la coppia frenante del motore sulla ruota posteriore, evitando che quest’ultima perda il contatto con il suolo, in modo da evitare scompensi di assetto e migliorare così il tempo sul giro.

Colorazioni della CBR1000RR Fireblade
La nuova Honda CBR1000RR Fireblade è disponibile in tre nuovi colori: Pearl Sunbeam White; Victory Red e Graphite Black

Scheda tecnica della nuova Honda  CBR1000RR Fireblade
Motore: 4T, 4 cilindri in linea, 16 valvole (DOHC), raffreddato a liquido
Cilindrata: 999,8 cc
Alesaggio x Corsa: 76 x 55,1 mm
Rapporto di compressione: 12,3 : 1
Potenza massima: 131 kW (178 CV) a 12.000giri/min (95/1/EC)
Coppia massima: 112 Nm a 8.500 giri/min (95/1/EC)
Carburazione: (Programmed Dual Sequential Fuel Injection)
Diametro corpi farfallati: 46 mm
Filtro aria: di carta, a secco, del tipo a pannello
Capacità serbatoio carburante: 17,7 litri
Consumo carburante: 5,57 L/100 km (modalità WMTC)
Iniezione elettronica PGM-DSFI

Accensione: Digitale transistorizzata a controllo computerizzato, con anticipo elettronico
Anticipo d’accensione: 3,2° BTDC (minimo) ~ 45° BTDC (7.500min-1)
Candela: IMR9E-9HES (NGK); VUH27EC (DENSO)
Avviamento: Elettrico
Capacità batteria: 12V/6AH
Fari: 12V; 55W × 1 (anabbagliante) / 55W × 2 (abbagliante)

Frizione: Lubrificata, multidisco con molla a diaframma
Funzionamento frizione: Meccanico, con attuazione a cavo
Cambio: A 6 rapporti

Dimensioni (LxLxA): 2077 mm x 826 mm x 1135 mm
Interasse:1.407 mm
Inclinazione cannotto sterzo: 23° 18′
Avancorsa: 96,3 mm
Raggio di sterzata: 3,2 m
Altezza sella: 820 mm
Altezza da terra: 130 mm
Peso in ordine di marcia: 200 kg (A: 52,5%; P: 47.5%) – Versione C-ABS, 211 kg (A: 51,7%; P: 48.3%)

Sospensione Anteriore
Forcella telescopica rovesciata del tipo BPF con steli da 43 mm, regolabile nel precarico, in compressione e ritorno, escursione 120 mm
Sospensione Posteriore
Ammortizzatore del tipo ‘Balance Free Rear Cushion’ regolabile nel precarico, in compressione e ritorno, corsa 62 mm

Cerchio  Anteriore: In alluminio pressofuso, a 12 razze, 17 x MT3.50
Cerchio Posteriore: In alluminio pressofuso, a 12 razze, 17 x MT6.00

Pneumatico Anteriore: 120/70-ZR17M/C; 250 kPa
Pneumatico Posteriore:190/50ZR17M/C; 290 kPa

Freno Anteriore:
Doppio disco da 320 x 4,5 mm con pinze ad attacco radiale a quattro pistoncini e pastiglie in metallo sinterizzato
Freno Posteriore
Disco da 220 x 5 mm con pinza a pistoncino singolo e pastiglie in metallo sinterizzato

Articoli più letti
RUOTE IN RETE