Honda: una CBR 1000 Fireblade tutta nuova per conquistare il Mondiale Superbike

Honda sta lavorando alla moto che affronterà la prossima stagione. Il team sarà composto da Alvaro Bautista e Takumi Takahashi con un solo obiettivo: portare la CBR 1000 Fireblade sul tetto del mondo

Honda da sempre fa rima con motorsport e non è un caso che l’azienda motociclistica probabilmente al mondo sia anche la più vincente in pista. In Moto GP il dominio è una costante ma in SBK le cose sono decisamente diverse. Troppo diverse e così in Giappone hanno lavorato per realizzare una moto – la nuova Honda CBR 1000 Fireblade – che faccia sognare gli appassionati tanto in strada quanto in circuito.

Una Firblade per dominare in pista

Tra le caratteristiche della nuova Honda CBR 1000 Fireblade c’è un’elettronica pesantemente rivista, si parla poi di fasatura variabile e di una potenza massima nell’ordine dei 220 cavallil. Ogni passo in avanti è stato fatto con un pensiero fisso: conquistare il Mondiale Superbike. L’impegno di Honda nel campionato delle derivate di serie, fatta eccezione per la Otto ore di Suzuka, è sempre stato relativo con una presenza importante certamente ma non come ai livelli della Moto GP. Il vento dalle parti di Tokyo, però, pare essere cambiato e per questo la nuova Honda CBR 1000 Fireblade dovrebbe essere sviluppata sotto l’egida di HRC e affidata, per la stagione 2020, alle mani di un pilota esperto come Alvaro Bautista che farà coppia con Takumi Takahashi (lo spagnolo avrà i gradi di capitano anche in virtù di un super contratto).

Da quanto è stato possibile apprendere la CBR sta già segnando tempi da record nei test in Giappone, ma per ora i crono non sono ufficiali. Insomma, siamo agli albori di un progetto potenzialmente vincente. Intanto, uno sguardo sulla nuova CBR 1000 Fireblade sarà possibile darlo già alla prossima edizione di EICMA in programma a Novembre. Honda fa sempre parlare di sé, che si tratti di moto da strada o da pista poco importa.

ARTICOLI CORRELATI