USATA
cerca auto nuove
NUOVA

KTM Duke 690: immagine spia della futura Duke maggiore

La monocilindrica più potente al mondo è stata collaudata in pista. La prossima generazione promette ancora più potenza e migliori rifiniture per lanciare una agguerrita concorrenza alle rivali Ducati Monster 696, Suzuki Gladius e Yamaha MT-03

Nuova KTM Duke 690
Nonostante un calo – ciclico – le moto naked sono sempre il punto di riferimento del mercato delle motociclette. Anche se – per il momento – vanno molto di moda le turistiche, le nude continuano ad essere sempre tra le più apprezzate e richieste.
Un esempio è questo spy che arriva dall’Austria via Inghilterra. Infatti la rivista britannica MotorCycleNews ha diffuso l’immagine di un primo test su pista della nuova monocilindrica naked.

KTM Duke 690 in pista
MCN è scesa in pista in sella ad una KTM Duke 690, all’apparenza trascurata. La potenza del mono 690 di Mattinghofen è di circa 71 CV.
La Duke in vendita dal 2012 si annuncia anche molto più avanzata, con il sistema Ride-by-wire, un ABS Bosch opzionale e una nuova struttura in alluminio, ancora in via di sviluppo, per alleggerire la motocicletta.
Infine, si augura la rivista britannica, la naked austriaca dovrebbe avere un prezzo concorrenziale (nonché vitale) di 6.000 Pounds, cioè circa 6.700 Euro (a cui vanno aggiunte le tasse).

KTM Duke
La casa motociclistica austriaca si è inoltre impegnata con serietà nell’incoraggiare anche i giovani piloti a salire in sella, grazie alla piccola della casa, la Duke 125, anche attraverso una serie di attività dimostrative che coinvolgano i 16enni (ed i loro genitori).
La nuova Duke 690 dovrebbe abbandonare il tradizionale doppio occhio verticale a vantaggio di un più convenzionale faro tondeggiante.
Sono comunque molte le differenze dal modello attuale, a cominciare dallo scarico che non è più minimale nell’interasse ma più muscoloso e riportato nella posizione tradizionale. La sella sembra essere più ampia e comoda, soprattutto per il passeggero.
Anche i cerchi sono diversi ma questi potrebbero essere provvisori.
Rispetto alla prima Duke 690 sorpresa ad un distributore, sembra che l’estetica della gazzella dei tornanti e funambolo del traffico cittadino sia stata confermata.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE