La Harley-Davidson sopravvissuta allo tsunami esposta al museo di Milwaukee

Dal Giappone colpito prima dal terremoto e poi dallo tsunami, la Harley-Davidson Softail Night Train ha attraversato l'Oceano Pacifico arrivando nelle coste canadesi di British Columbia

Lo tsunami inghiottisce una Harley-Davidson in Giappone per restituirla in Canada
L’11 marzo 2011 si scatenò al largo del Giappone, a 30 km di profondità, un terremoto di 9 gradi di magnitudo. Se il paese del Sol Levante è abituato a certe scosse, grazie alla sua particolare architettura, non lo era affatto per quanto riguarda il conseguente tsunami che si abbatté sulle coste.
Per il Giapponese si tratta del sisma più potente mai misurato, il settimo a livello mondiale.
Tutti abbiamo impresso nella mente la devastazione che ha lasciato l’ondata dell’Oceano che è entrate nella terra nipponica ma solo il popolo del Giappone sa cosa si è portata via.
Ad eccezione di una cosa. Una moto, per la precisione.
È la Harley-Davidson Softail Night Train del 2004 di Ikuo Yokoyama, che da quel giorno di marzo è rimasta imprigionata nelle acque del Pacifico finché non si è arenata sulle coste canadesi di British Columbia, dove è stata trovata da Peter Mark.

La Harley-Davidson sopravvissuta allo tsunami esposta al museo di Milwaukee
Ora si può dire che la H-D Softail Night Train è tornata a casa nel senso che non è tornata di proprietà del signor Yokoyama bensì nel suo luogo natale che è Milwaukee.
Infatti, su volontà dello stesso Yokoyama, la moto viene esposta da qualche giorno al Museo Harley-Davidson in memoria delle vittime dello tsunami.
Siamo veramente fieri di poter esporre la moto del signor Yokoyama. Questa moto ha una storia incredibile da raccontare, e noi siamo orgogliosi di poterla condividere” ha dichiarato Bill Davidson, Vice President del Museo Harley-Davidson.

La storia della Harley-Davidson Softail Night Train
La straordinaria storia di come sia sopravvissuta la moto e il suo recupero, ha fatto il giro dei media internazionali dopo che Mark l’ha scoperta su una remota spiaggia della Graham Island, nella British Columbia canadese, durante la bassa marea. La moto, completa di targa originale giapponese, è stata trovata in un container, lo stesso utilizzato in origine da Yokoyama per custodirla.
Grazie alla collaborazione con agenzie di stampa e rappresentanti della Deeley Harley-Davidson Canada e Harley-Davidson Japan, è stato possibile rintracciare Yokoyama, rimasto senza casa e trasferito in un alloggio temporaneo, dove tuttora vive, nella prefettura di Miyagi, in Giappone.
Ancora in lotta per ricostruire la sua vita a seguito del disastro, Yokoyama aveva declinato l’offerta di Harley-Davidson di riportare a casa la moto, anche se grato per questa proposta e commosso da tutte le offerte di sostegno arrivate dagli appassionati del brand Harley di tutto il mondo.

ARTICOLI CORRELATI